Riso con le seppie, classico mediterraneo

di Camilla Salaorni 1

Diciamocelo: la seppia non ha un aspetto attraente. Il corpo è all’incirca ovale, con a un’estremità la testa ed otto tentacoli corti più due lunghi che ne spuntano, e contiene un grosso guscio o “osso”. Lunga fino a 25 cm., è di colore variabile ed ha una superficie dorsale spesso zebrata.

Tutti sanno che la seppia secerne un inchiostro, ma pochi, penso, sanno pure che la seppia, come il polpo ed il calamaro, è uno dei molluschi dotati di un sistema nervoso centralizzato, e dunque un cervello, attraverso il quale questi molluschi possono “imparare” dati sensibili e ricordare. Non bella, dunque, la seppia: ma intelligente sì!

Preparata a dovere, la seppia è squisita. La apprezzano i veneti, che la chiamano sepa, i campani che invece dicono seccia, mentre per i pugliesi è la siccia e per i siciliani la pruppusiccia. Vediamo o di passare dal vocabolario alla pentola, presentano un bel riso con le seppie.

RISO CON LE SEPPIE

Ingredienti

  • 1 seppia di grosse dimensioni
  • riso, 60 gr. per persona
  • olio d’oliva
  • cipolla
  • aglio
  • salsa di pomodoro
  • sale
  • pepe
  • vino rosso

Preparazione

Acquistate una seppia piutosto grossa: spellatela, nettatela, eliminate “l’osso” e gli occhi, togliete, badando a non romperle, le due sacche interne, delle quali la più bassa contiene l’inchiostro, la superiore una sostanza densa e giallastra. Gettate quella dell’inchiostro ma tenete l’altra, che vi servirà per dare sapore alla preparazione.

Lavate quanto resta della seppia, tagliatela a strisce ed asciugate. Preparate un soffritto con l’olio d’oliva, una cipolla finemente tritata, uno spicchio d’aglio; quando aglio e cipolla hanno preso colore, aggiungete un cucchiaio di salsa di pomodoro diluita con poca acqua. Lasciate cuocere qualche minuto; unite le strisce di seppia, il liquido del secondo sacco, sale e pepe.

Continuate la cottura, mescolando di tanto in tanto e diluendo la salsa, via via che infittisce, con un bicchiere di vino rosso. Quando il vino è completamente evaporato, bagnate con un bicchiere abbondante di acqua bollente e fate evaporare anche quella, su una fiamma dolce. Infine unite il riso e cuocetelo per 15-20 minuti o fino al punto di cottura di vostro gusto, aggiungendo man mano che è necessario acqua calda e mescolando spesso.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>