Ramen giapponese: bacchette e scodelle per tutti!

di Cecilia Morello 13

ramen

 

Molti di noi sono cresciuti con i cartoni animati giapponesi ed una delle scene più classiche era quella in cui i protagonisti si abbuffavano mangiando una strana zuppa: dal detective Zenigata al più recente Naruto, li abbiamo visti tutti piegati su una ciotola con le bacchette in mano risucchiando qualcosa che assomigliava a dei “tagliolini”. Solo negli ultimi tempi però la cucina giapponese è stata rivalutata da noi italiani e non solo il suhi ed il sashimi, ma anche il ramen.

 

Il ramen è una ricetta diffusissima in tutta l’Asia, composta da spaghetti (o tagliatelle) all’uovo serviti in brodo di carne, verdura o pesce. Questa è la base, mentre il resto degli ingredienti e delle decorazioni variano a secondo di dove lo assaggerete. In Giappone sono innumerevoli i piccoli localini in cui vi serviranno un ramen speciale, frutto di sperimentazioni durate anni ( se capitate in Giappone e volete assaggiare il ramen evitate rigorosamente i locali grossi e che fanno parte di catene, e puntate su quelli piccoli e a conduzione familiare dove la ricetta del ramen è un tesoro tramandato di generazione in generazione.

 

Noi di Ginger vi presentiamo oggi una ricetta per preparare il ramen a casa (anche se con la globalizzazione adesso si trovano anche delle confezioni di ramen istantaneo o liofilizzato nei negozi orientali), cercando per quanto possibile di indicarvi ingredienti facilmente reperibili in Italia.


RAMEN (Ingredienti per 4 persone)
  • spaghetti all’uovo (potete trovarli nei negozi orientali o anche usare delle normali tagliatelle larghe sui 5 mm)
  • 150 gr di pancetta
  • 80 gr di germogli di soia
  • 80 gr di carote
  • 1 porro
  • 80 gr di funghi giapponesi shiitake (o in alternatica normali champignon)
  • 1 foglio di alga wakame
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 uova sode
  • zenzero
  • erba cipollina
  • bamboo
Preparazione: si inizia preparando il brodo con le carote sminuzzate, il porro a rondelle, un po’ di zenzero e qualche germoglio di soia. In un tegame invece fate rosolare la pancetta, lo zenzero, l’erba cipollina e l’aglio tritato. Quando la pancetta ha rilasciato il suo grasso aggiungeteci gli altri ingredienti: il bamboo, i funghi ed il resto dei germogli di soia.

 

Quando avrete terminato la preparazione del brodo e del resto degli ingredienti potrete cuocere le tagliatelle normalmente in acqua salata. Preparate delle grosse scodelle e mettetevi le tagliatelle scolate, le verdure saltate e il brodo. Per finire aggiungete anchde le uova sode divise a metà e il mezzo foglio d’alga tagliato a striscioline per decorare.

 

D’obbligo le bacchete ed anche il rumore quando succhiate la zuppa: mentre in Italia è considerato maleducazione in Giappone significa che state apprezzando quanto state mangiando. Itadakimasu! (Buon appetito)