Ricette dolci, mele in gabbia da Cotto e Mangiato

di Filomena 0



Mele, marmellata di fragola e pasta sfoglia: questi gli ingredienti per preparare la ricetta che abbiamos scelto oggi per voi. Mele in gabbia  direttamente da Cotto e Mangiato il programma di Italia 1 condotto dalla bravissima Benedetta Parodi. Abbiamo scelto oggi una delle ultime ricette che ci permetterà di realizzare dei dolcetti davvero buoni. Come nello stile di Cotto e Mangiato, la ricetta sarà veloce e facile da preparare.

mele in gabbia


Ingredienti

1 mela | 1 rotolo pasta sfoglia | marmellata di fragole | biscotti secchi | 1 cucchiaio zucchero | zucchero a velo | 1 uovo | latte

Preparazione

  Dopo aver lavato la mela la sbucciamo a la tagliamo a spicchi. Prendiamo il rotolo di pasta sfoglia e lo stendiamo. Facciamo poi dei quadratini: dovrebbero venirne 12.

  In ogni quadratino mettiamo: uno strato di marmellata, un pò di biscotto sbriciolato e un pezzettino di mela. Chiudiamo bene e con il quarto lato facciamo una sorta di saccottino.

  Spennelliamo con del latte unito all'uovo la superficie dei dolcetti. Aggiungiamo ancora un pò di zucchero lasciandolo cadere a pioggia.

  Mettiamo in forno alla temperatura di 180° fin quando non saranno dorati. Togliamo poi dal forno e spolverizziamo con un pò di zucchero a velo.

Come mai si chiama proprio cosi? Semplice: i pezzettini di mela vengono chiusi insieme alla marmellata e ai biscottini tritati dentro dei saccottini di pasta sfoglia. Bisogna infatti stare molto attenti in questa fase: è importante che gli angoli della pasta sfoglia chiudano perfettamente in modo da non far uscire soprattutto la marmellata. Nella ricetta di Cotto e Mangiato si consiglia di utilizzare quella di fragola ma ovviamente potrete sceglierne un altro tipo. Lo stesso vale per la frutta: invece delle mele potrete adoperare anche altro. Come sempre fatevi guidare dai vostri gusti personali. Alla fine, dopo aver cucinato in forno i dolcetti, spolverizzate con lo zucchero a velo. Anche l’occhio vuole la sua parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>