Ensaimadas, i dolci lievitati argentini

di Fabiana 0



Si chiamano Ensaimadas e sono classici dolci argentini lievitati che vengono preparati con un impasto molto semplice a base di farina, acqua, zucchero, uova e arricchito da un ingrediente non leggerissimo, lo strutto di maiale.

In realtà si tratta di un dolce spagnolo che si caratterizza proprio per la presenza dello strutto e che sono stati importanti in Sud America, a San Pedro, in particolare, da un pasticcere spagnolo.

Ensaimadas, i dolci lievitati argentini


Ingredienti

520 gr. Farina 00 | 80 gr. zucchero | 125 gr. latte | acqua 125 grammi - strutto 150 grammi - 2 uova - lievito di birra fresco 25 grammi - olio di girasole - miele - vaniglia - sale - zucchero a velo - sale

Preparazione

   Versate all’interno di una ciotola un lievitino unendo l'acqua, il lievito di birra sbriciolato e il miele. Amalgamate gli ingredienti con un cucchiaio di legno fino facendo in modo tale che gli ingredienti si sciolgano bene nell’acqua. Aggiungete anche un cucchiaio di farina setacciata e mescolate ancora evitando che si formino grumi.

   Coprite con pellicola per alimenti e lasciate riposare in un luogo asciutto e tiepido per almeno 10 minuti. Setacciate la farina con il sale e mettete da parte. Prendete una seconda ciotola capiente e aggiungetevi le uova, la metà del latte, lo zucchero, l'olio, l'essenza di vaniglia e metà della farina setacciata.

   Mescolate per un paio di minuti. Aggiungete anche il lievitino preparato prima e continuate a mescolare per almeno un paio di minuti. Aggiungete anche il latte e la farina rimasta. Dovrete ottenere un impasto morbido continuando a lavorare gli ingredienti per almeno 10 minuti.

   Coprite l'impasto e lasciatelo lievitare per un’oretta in un posto asciutto. Al momento opportuno riprendere l'impasto e dividetelo in circa 15 panetti diversi che dovrete trasferire su un piano di lavoro già imburrato. Lasciateli leggermente distanziati l'uno dall'altro. Copriteli con la pellicola e lasciate lievitare fino che raddoppiano di volume. Lasciate ammorbidire lo strutto a temperatura ambiente per qualche minuto e poi sbattetelo con una forchetta fino ad ottenere una consistenza ben cremosa.

   Ungetevi le mani e cominciate a lavorare uno per per uno tutti i vari panetti, schiacciateli e stendeteli sul piano di lavoro imburrato formando un rettangolo. Spalmate nel centro un po' di strutto e arrotolate il panetto su sé stesso formando una specie di filoncino e tiratelo lungo i lati. Dopo aver lavorato tutti i panetti lasciateli riposare per almeno 30 minuti. Ungete le teglie da forno e prendete ciascun panetto arrotolandolo su sé stesso fino a formare una spirale.

   Lasciate riposare per un'ora in luogo tiepido fino a quando non avranno raddoppiato il volume. Riscaldate il forno a 200°C, infornate le ensaimadas per circa 10 minuti, sistematele su una griglia e poi lasciatele raffreddare e spolverizzatele con lo zucchero a velo, poi servitele.

Da quel momento in poi le Ensaimadas divennero dolci popolarissimi in Argentina e ancora oggi molto diffusi. La ricetta tradizionale prevede non abbiano alcun tipo di ripieno, ma adesso è possibile scegliere fra diverse varianti,   con ripieno alla crema pasticciera, la panna montata se non addirittura il dulce de leche argentino.

PASTIERA NAPOLETANA CON LO STRUTTO

DULCE DE LECHE, LA SALSA MOU ARGENTINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>