Dessert veloce di Alessandro Borghese

di Ishtar 0



“Aiuto, non ho il dolce!” Chissà quante volte vi sarà capitato di pronunciare queste parole o anche solo di pensarle, magari in prossimità di una cena o di un auto-invito da parte di qualche amico. “Aiuto non ho il dolce” è anche il nome che Alessandro Borghese, autore della ricetta, ha voluto dare a questo suo dessert che a me ricorda molto il pain perdu francese, seppure nella versione cotta al forno. Il nome la dice tutta, daltronde. Nasce dall’esigenza di preparare un dolce che risponda a due requisiti: che sia veloce da preparare e che possa essere realizzato con pochi e semplici ingredienti, di quelli che tutti abbiamo solitamente in casa.

Dessert di Alessandro Borghese


Ingredienti

6 fette di pane in cassetta | 80 gr. burro | 250 ml latte | 50 gr gr. mandorle a lamelle | 3 uova | 2 cucchiai acqua di fiori d'arancio | 75 gr. zucchero di canna

Preparazione

   Con una parte di burro imburrare una teglia. Sciogliere quello restante in una pentola sul fornello. In una ciotola invece versare le uova e mescolarle con lo zucchero. Unire il latte e l'acqua di fiori di arancio e mescolare bene.

   Adesso prendere le fette di pane in cassetta e immergerle nel composto di latte e uova. Disporle, una accanto all'altra, nella teglia. Cospargere le fette di pane con il burro precedentemente fuso e distribuire in superficie le mandorle a lamelle.

   Cuocere in forno caldo a 180 C° per 15 minuti circa.

Infatti il dessert di Alessandro Borghese si compone di pane in cassetta, burro, latte, uova, zucchero di canna ed un ingrediente aggiuntivo che conferisce un profumo inebriante a questo dessert semi improvvisato: l‘acqua di fiori d’arancio. Per finire una manciata di mandorle tostate a lamelle che dona una nota di croccantezza al dolce.

Ancora una volta Alessandro Borghese ci stupisce con la sua creatività. Il suo programma è una fonte inesauribile di spunti utilizzabili in tutta una serie di occasioni e con un interesse particolare anche per quanto riguarda i bambini. Altre ricette dello chef? Le polpette d’autunno con la zucca, la frittata di spaghetti, ed infine la pasta con le patate e formaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>