Crostata di pasta frolla cioccolato e pere: un’altra ricetta dalla Prova del Cuoco

di Ishtar 8



Oggi finalmente è domenica, notoriamente giorno di riposo, una lunga settimana è passata e, chi non va a pranzo da mamma o suocera (o anche chi ci va) si starà sicuramente chiedendo cosa preparare. La domenica è il giorno in cui le famiglie sono al completo, durante il quale si può stare in compagnia dei familiari senza guardare l’orologio. Ed allora credo sia giusto celebrarlo con un pranzetto delizioso che andrà a concludersi con un dolce da favola. Il dolce ve lo suggerisco io, anzi, per la verità ve lo suggerisce lei, Anna Moroni. Infatti lacrostata di pere e cioccolato l’ha preparata non molto tempo fa durante una puntata della prova del cuoco, ed io prontamente l’ho cercata e realizzata in men che non si dica.

Crostata cioccolato e pere


Ingredienti

300 gr. farina 00 | 150 gr. burro a temp. ambiente | 1 cucchiaino lievito vanigliato per dolci | 3 tuorli | 150 gr. zucchero | scorza grattugiata di un limone | 2 pere | 10 amaretti sbriciolati | 100 gr. cioccolato fondente a pezzi

Preparazione

  Lavorare il burro a cubetti con lo zucchero, poi aggiungere i tuorli e man mano gli altri ingredienti.

  Mettere a riposare l'impasto per 30 minuti in frigorifero avvolto in pellicola.

  Stendere la pasta frolla e per 2/3 foderare uno stampo da crostata imburrato e infarinato, l'altra parte lasciarla per le guarnizioni.

  Tagliare le pere in fettine molto sottili e appoggiarle sulla pasta, sopra amaretti e poi coprire con delle palline di pasta frolla avanzata.

  Infine sopra disporre il cioccolato spezzettato. Cuocere in forno già caldo a 180 C° per circa 30 minuti.

Già il titolo fa venire l’acquolina, sul connubio pere e cioccolato è già stato detto tutto, non mi dilungherò, ma quello su cui voglio soffermarmi è sulla pasta frolla. La ricetta prevista per questa crostata è leggermente diversa da quella che utilizzo di solito. Io sostengo la tesi per cui il lievito nella pasta frolla non vada messo, ma in alcuni casi fare un’eccezione risulta anche utile per capire la differenza tra le varianti e per capire quale tipo di pasta frolla sia adatto a quale preparazione e a quali ingredienti. Inoltre solitamente io metto 1 uovo intero ed al massimo un tuorlo se il composto dovesse risultare troppo difficoltoso da lavorare a mano. Quì invece troviamo 3 tuorli. Il risultato? A mio avviso la  pasta frolla risulta più friabile e meno compatta del solito e direi che si sposa più che bene con il ripieno morbido dato dalle pere.  Infine gli amaretti sbriciolati (mi raccomando di sbriciolarli molto grossolanamente in modo che i pezzetti di biscotto si sentano sotto i denti  e non finiscano spappolati insieme gli altri ingredienti) donano quel tocco in più a questa crostata di pere e cioccolato. Beh, che dire allora? Buona domenica!

Commenti (8)

  1. mi sembra che la ricetta non sia completa. manca il tempo di cottura e la temperatura del forno. potete provvedere? grazie

  2. @ lella:
    Ciao Lella, grazie per la segnalazione, ho provveduto ad inserire tempo e temperatura del forno. Buona serata 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>