Biscotti danesi, i brune kager

di Anna Maria Cantarella 0



 

Quando si parla di biscotti danesi in genere mi viene in mente la scatola blu che si compra al supermercato, piena di quei deliziosi biscotti al burro, fragranti e ricoperti di granella di zucchero, detti per l’appunto danesi. Strano però, che dentro quelle gustosissime scatole manchino proprio questi biscotti, i Brune Kager, che invece in Danimarca si mangiano spesso.

I Brune Kager sono i biscotti danesi alle mandorle, bruni di colore e speziatissimi. Si tratta di un dolce che in Danimarca si mangia soprattutto a Natale, ma cosa importa? Se un dolce è buono lo si può mangiare tutto l’anno! Io li trovo deliziosi, sono croccanti, speziati e profumatissimi e li trovo perfetti per l’ora del tè, magari insieme a due chiacchiere con le amiche. La preparazione è semplice e vedrete che quando li metterete in forno emaneranno un profumo buonissimo che inonderà la vostra cucina. Unico piccolo difetto: questi biscotti in genere non sono molto graditi ai bambini perchè contengono troppe spezie che potrebbero disturbare il loro gusto. Ma pazienza, se non piaceranno ai bimbi sicuramente saranno molto graditi dai grandi.

brune kager


Ingredienti

600 gr. farina | 250 gr. zucchero | 250 gr. burro sciolto | 150 gr. miele | 250 gr. mandorle pelate sminuzzate | un cucchiaio cannella | due cucchiaio zenzero | 2 cucchiaio chiodi di garofano ridotti in polvere | un cucchiaio bicarbonato

Preparazione

  Battere insieme il burro e lo zucchero fino a ottenere un composto cremoso, aggiungendo lo zucchero poco alla volta.

  Aggiungere tutti gli altri ingredienti e mescolare bene. Formare con le mani un cilindro del diametro di 4-5 centimetri, avvolgere nella pellicola da cucina e mettere in frigorifero per tutta la notte.

  Tagliare a fette sottili (max 3 millimetri) con un coltello ben affilato. Mettere in forno a 200 gradi su una piastra imburrata o ricoperta con carta forno. Cuocere per 8/10 minuti (non devono imbrunire troppo).

In genere i Brune Kager si preparano rotondi e abbastanza sottili, però se volete coinvolgere anche i bambini nella preparazione potete utilizzare le formine che preferite, per dare ai biscotti delle simpatiche forme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>