Baicoli veneziani, i biscotti della città

di Fabiana Commenta



La preparazione è abbastanza lunga, ma semplice: i baicoli veneziani sono i tradizionali biscotti della città di Venezia che richiedono ben due giorni di riposo per l’impasto. 

crema fritta alla veneziana

Con un po’ di impegno potrete preparare in casa dei dolcetti che arrivano dall’antica Repubblica Marinara e che si caratterizzano per la loro forma lunga e sottile. Vengono tagliati da un panetto allungato, tagliati e poi venduti all’interno delle tradizionali scatole di colore giallo. 

Baicoli veneziani, i biscotti della città


Ingredienti

1 albume | 70 gr di burro | 400 gr di farina | 1 dl di latte | Sale - 15 gr di lievito di birra

Preparazione

  Sbriciolate il lievito di birra e scioglietelo all’interno del latte tiepido, oi setacciate 70 gr farina sul piano di lavoro e impastatevi il lievito e il latte. Formate un panetto morbido lasciandolo lievitare almeno per 30 minuti.

  Riprendete il panetto, impastatelo ancora per dieci minuti aggiungete il resto alla farina, lo zucchero, il burro, l’albume e un pizzico di sale. Lavorate l’impasto e create 4 cilindretti lunghi circa 30 centimetri poi imburrate una placca da forno e sistematevi sopra i cilindretti preparati. Copriteli con un telo da cucina e lasciandoli per almeno 1 ora e mezza.

  Preriscaldate il forno a 180 gradi e poi lasciatevi cuocere all’interno i cilindretti per circa10 minuti. Terminata la cottura, sfornateli e lasciateli raffreddare, copriteli con un telo e lasciate riposare per un paio di giorni.

  Trascorsi i due giorni riprendere i cilindretti e tagliateli a fette spesse circa 2 mm: scaldate ancora la teglia in forno e sistematevi sopra i baicoli tagliati facendoli dorare su entrambi i lati alla temperatura a 170 gradi. Sfornate i biscotti, lasciateli raffreddare e poi serviteli. Conservateli anche per diversi giorni in una scatole ermeticamente chiusa.

Nonostante si tratti di biscotti secchi, restano fragranti anche per molto tempo visto che proprio anticamente venivano preparati con l’intenzione di poter essere gustati anche in mare dopo diversi giorni dalla preparazione. 

BISCOTTI DI SAN MARTINO 

BISCOTTI SALATI ALL’ANICE

BISCOTTI MORBIDI ALL’ARANCIA