Calzone alle cipolle dei Menù di Benedetta

di Ishtar 0



L’ha presentato all’interno del menù pugliese ed è stata la ricetta che mi ha più colpito tanto da decidere di provarlo subito. Il calzone alle cipolle, preparato appunto durante i Menù di Benedetta, che già dallo scorso anno ci allieta con ricette stuzzicanti. Non so, ma dubito, che il vero calzone pugliese venga preparato con la pasta sfoglia, ritengo plausibile invece che abbiano sostituito la pasta lievitata che richiede più tempo, per seguire la filosofia del programma e della conduttrice la quale è nota (e spesso criticata dai più) per la sua cucina che potrebbe essere definita sbrigativa, ma a mio parere ricca di idee veloci anche per chi non ha troppo tempo da dedicare ai fornelli.

Calzone alle cipolle


Ingredienti

2 rotoli di pasta sfoglia | 5 cipolle rosse di Tropea | 4 filetti accighe | basilico | acqua | 1 uovo | pecorino | olio

Preparazione

  Sbucciare le cipolle, tagliarle a spicchi e metterle a cuocere in una padella con l'olio evo e dell'acqua. Unire anche i filetti di acciuga e portare a cottura su fiamma bassa unendo acqua all'occorrenza.

  Aggiungere anche il basilico. Stendere il primo rotolo di pasta sfoglia e bucherellarlo. Stendere sopra le cipolle intiepidite e mescolate precedentemente con il pecorino e l'uovo.

  Disporre sopra l'altro rotolo di pasa foglia, unire i bordi e sigillarli bene.

  Cuocere in forno caldo a 180-200 C° per circa 40 minuti.

A di là delle polemiche il calzone alle cipolle resta un piatto perfetto sia come antipasto che come secondo. Le cipolle da utilizzare sono rigorosamente quelle rosse di Tropea, che cotte in padella insieme alle acciughe costituiscono il ripieno del calzone. A fare da involucro invece la pasta sfoglia, 2 rotoli saranno sufficienti.

Pochi ingredienti per un piatto super semplice da sfornare. Profumato al basilico questo calzone si prepara in poco meno di 20 minuti senza contare la cottura in forno. L’importante sarà cuocere a dovere le cipolle a fuoco dolce e aggiungere le uova ed il pecorino per un ripieno cremoso e gustoso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>