Lo zafferano in pistilli, viaggio in Abruzzo

di Ishtar 2

A sud del parco nazionale del Gran Sasso, e precisamente a Navelli, si estende una piana coltivata a zafferano, il migliore in tutto il mondo. Si stima che la piantagione si estenda su circa 10 ettari con una produzione di 80 kg di zafferano. La forza dello zafferano di Navelli risiede nel fatto che conservi tutte le sue proprietà organolettiche, dando vita ad una qualità introvabile. Apprezzato da sempre sia per il suo potere colorante che come pianta officinale e condimento in cucina è utilizzato da sempre tanto da essere consumato anche dai greci e i romani.

Il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise si estende per i suoi 3/4 in provincia dell’Aquila e per il resto nelle province di Frosinone e di Isernia. Gli amanti della montagna non possono perdersi, in caso di viaggio in Abruzzo, una giornata all’insegna della natura in uno dei parchi più noti sia sul territorio nazionale che Estero, per il merito avuto nella preservazione di alcune specie come il lupo, il camoscio d’Abruzzo e l’orso bruno marsicano.

Chi decide di organizzare un viaggio in Abruzzo non può perdersi una visita all’Aquila. Messa in ginocchio dal terrificante terremoto del 2009 oggi è ancora possibile visitare le sue numerose bellezze architetoniche, tra le quali la Basilica di santa Maria di Collemaggio, edificio romanico che custodisce le spoglie di papa Celestino V, il Castello-Fortezza voluto dagli spagnoli presenti a L’aquila nel XVI secolo, la Fontana delle 99 Cannelle, costruita durante il medioevo e che deve il nome ai villaggi dai quali nacque la città.

Meritano di essere menzionati anche Teramo e Sulmona. La prima vanta una cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta e a San Berardo, costruita nel XII secolo in stile medievale, all’interno della quale è possibile ammirare numerosi affreschi risalenti al ‘400 ed i resti di un anfiteatro del quale rimangono ormai solo alcuni pezzi e risalente al I secolo d.C. Sulmona invece, nota per i suoi confetti di tradizione centenaria, e patria di Ovidio, è ricca di monumenti. Tra gli altri la chiesa di Santa Chiara, tipico esempio di barocco e la cattedrale di San Panfilo in stile romano-gotico.

Foto ocourtesy of Thinkstock

Commenti (2)

  1. Ho semplicemente aggiunto il tuo feed all’RSS Reader… continuo a seguirvi, Grazie!

    1. @manuel: Grazie Manuel 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>