Israele, ricette per Expo2015, la babka ai semi di papavero

di Ishtar 0



Tra le ricette di Israele per Expo2015 non può mancare la babka ai semi di papavero. Che cos’è? Una torta lievitata dalla consistenza spugnosa simile a quella delle brioche. Viene generalmente preparata in diversi paesi dell’Europa Orientale, ma una versione particolare viene da Israele, appunto, dove è legata alla tradizione pasquale ebraica. In questo caso è composta da due strati di pasta intrecciata farciti con cannella, cioccolato o, come in questo caso, con i semi di papavero.

Babka ai semi di papavero


Ingredienti

400 gr di farina | 130 gr di burro morbido | 100 ml di latte intero | 90 gr di zucchero di canna | 2 uova e 1 tuorlo | 25 gr di lievito di birra | 2 cucchiaini di cannella | 6/8 cucchiai abbondanti di semi di papavero | 1/2 cucchiaino di sale | burro per spennellare | latte e tuorlo per spennellare

Preparazione

   Fare sciogliere il ievito nel latte tiepido e nel frattempo mescolare in una ciotola la farina, il sale e lo zucchero. Unire il latte e poi il burro. Lavorare ancora ed unire poco alla volta le uova.

   Unire poca altra farina, se necessario, ed impastare bene. Fare lievitare per un'ora circa al coperto.

   Riprendere l’impasto e dividerlo in due parti se si vogliono ottenere due ciambelle. Stendere la prima ottenendo un rettangolo e spennellare la parte centrale con il burro quindi cospargere con i semi di papavero.

   Arrotolare bene la pasta ottenendo un salsicciotto e piegarlo a forma di otto. Effettuare la stessa operazione con la pasta rimasta. spennellare entrambi i rotoli con latte e tuorlo e fare lievitare ancora.

   Fare cuocere per 45-50 minuti circa a 180 già caldo. Nel caso in cui si voglia ottenere la classica forma a plumcake stendere la pasta in un unico rettangolo e dopo averlo farcito ed arrotolato trasferirlo nell'apposito stampo.

La babka si presenta come un pane dolce lievitato alto, morbido e con all’interno una sorta di spirale di semi di papavero, ottenuta arrotolando la pasta prima di metterla a cuocere. Nonostante sembri complicata da realizzare si tratta di un dolce abbastanza semplice che richiede, però, una lunga lievitazione. Il giorno dopo, se possibile, è ancora più buona.

Ottima a colazione la babka è soffice e perfetta per accompagnare il latte ed il te. Appartiene, come molte altre, alla categoria delle ricette israeliane che non potete perdere. Continuate a seguirci per scoprirle tutte. Per assaporarle personalmente recatevi, invece, presso il Padiglione Israele ad Expo Milano. Per tutti gli altri approfondimenti visitate il sito ufficiale del Padiglione Expo Israele e la pagina facebook. Non perdete le nostre ricette dal Mondo per Expo2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>