Pan meino, il pane dolce lombardo  

di Fabiana 0



Si chiama pan meino o pan de mej, ed è un tradizionale dolcetto della regione Lombardia. 

Il nome deriva dalla parola miglio che veniva utilizzato per la preparazione del pane, ma la ricetta odierna in pratica consiste nella preparazione di una dolce, una sorta di dolce zuccherato che, secondo la tradizione, veniva preparato il giorno di San Giorgio, la data in cui venivano stipulati i contratti per la fornitura di latte tra mandriani e lattai.

Pan meino, il pane dolce lombardo  


Ingredienti

200 grammi di farina gialla - 100 grammi di farina gialla a grana grossa - 150 grammi di farina  | 150 grammi di burro fuso  | 100 zucchero semolato - 15 grammi di lievito di birra | 5 Cucchiai di latte tiepido | 3 uova | 20 grammi di zucchero - fiori di sambuco  | SALE

Preparazione

   Mescolate all’interno di una ciotola capiente le tre diverse farine, la farina gialla la farina gialla a grana grossa, la farina e aggiungete anche un pizzico di sale. Mescolate e aggiungete anche lo zucchero semolato. Mescolate e aggiungete le uova, ma na alla volta e solo dopo che il precedente uovo di sarà bene amalgamato al resto dell’impasto.

   Aggiungete anche il burro fuso e il lievito stemperato nel latte tiepido. Mescolate e poi impastate bene continuando a versare se necessario un altro po' di latte. Mescolate e aggiungete anche i fiori di sambuco.

   Potrete trovarli facilmente direttamente nelle erboristerie. Lavorate bene l'impasto fino a quando non avrete ottenuto una palla. Coprite e lasciate lievitare l’impasto in un luogo riscaldato per almeno un’oretta.

   Spolverizzate una spianatoia con la farina e cominciate a lavorare il pane: riprendete l’impasto e poi dividetelo andando a ricavare delle pagnottine. Sistematele sulla griglia ben distanziate l’una dall’altra sulla teglia imburrata e infarinata.

   Cospargete le diverse pagnottine - panini con lo zucchero a velo vanigliato e lasciate cuocere in forno a 190 gradi per circa 50 minuti. Sfornate i panini e lasciate raffreddare.

I lattai regalavano ai propri clienti la panna liquida per poter arricchire questo delizioso dolce, un dolcetto semplice che si caratterizza per la presenza di tre tipi di farina diversa. 

 

PANE ALLA FARINA DI CECI 

LEFSE, LA RICETTA DEL PANE NORVEGESE

PANE IRLANDESE ALLA GUINNESS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>