Pasta di San Giuseppe, la ricetta siciliana

di Fabiana Commenta



Si chiama pasta di San Giuseppe ed è un piatto tradizionale della cucina siciliana; un piatto povero che racchiude tutti i sapori e i profumi isolani.

risotto, carciofi fritti, vellutata, carciofi, parmigiana , rigatoni, pasta, carciofi , carciofi, vignarola, pasticcio di carciofi e maccheroncini, carciofi

Per la preparazione della pasta di San Giuseppe, meglio scegliere un tipo di pasta lunga come ad esempio gli spaghetti, ma avranno benissimo anche i tradizionali maccheroni alla chitarra.

Pasta di San Giuseppe, la ricetta siciliana


Ingredienti

mezzo kg gr di spaghetti o maccheroni alla chitarra | 5 carciofi, 1 cavolfiore, 1 mazzo di cime di rapa, mezzo kg di patate, 300 gr di fagioli | 1 uovo, aglio, mollica di pane tostata qb

Preparazione

  La preparazione è estremamente semplice. Preparate prima di tutto il sugo: il lavate le patate quando sono ancora con la buccia, pelatele per bene e poi asciugatele, asciugarle e tagliatele a cubetti. Sistematele per almeno trenta minuti all’interno di una ciotola con acqua fredda.

  A quel punto togliete tutto e trasferite il tutto su una canovaccio, tamponando bene l’acqua in eccesso e andando a riempire di olio di semi di arachide una casseruola con i bordi molto alti. Lasciate friggere fino a quando le patate non diventeranno ben dorate e poi lasciate da parte.

  Prendete una seconda casseruola e nel cestello della vaporiera o in una semplice pentola a pressione, preparate anche il resto delle verdure e degli ortaggi.

  Pulite i carciofi, il cavolfiore, le cime di rapa, i fagioli (che avrete lasciato in ammollo la sera prima). Non appena sono lessate friggete anche tutte queste verdure e questi ortaggi e versate tutto in una padella capiente con un cucchiaio di olio aggiungendo anche uno spicchio di aglio in camicia.

  Prendete una seconda padella e preparate una specie di frittatina con l’un uovo aggiungendo anche un pizzico di zucchero: non appena è pronta, ci vorranno pochi minuti, tagliatela a strisce. Fate cuocere bene la vostra pasta, lasciandola al dente. Saltatela in padella e poi amalgamatela con il resto degli ingredienti aggiungendo un tocco di pane tostato finale.

Il sugo, che caratterizza il piatto, è invece a base di verdure, nel dettaglio, carciofi, cavolfiore, cime di rapa, patate e fagioli e il tocco in più, ma veramente in più, è conferito invece dalla presenza della mollica di pane tostata che regala un sapore unico alla vostra pasta. 

PASTA LA SERA, NON FA INGRASSARE

PASTA ALL’AMATRICIANA, LA RICETTA DI MASSIMO BOTTURA

PASTA ALLA NORCINA, LA RICETTA TRADIZIONALE