Burlenghi di Carnevale, la ricetta emiliana

di Fabiana Commenta



 

Chiamatelo borlengo, burlengo o zampanella: si tratta sempre della stesse crepe che si prepara in Emilia Romagna in occasione del Carnevale.

dolci di carnevale, frittelle di riso romane

È un piatto povero della cucina dell’Emilia Romagna molto croccante e fritto, veramente buonissimo, variante ricca della tradizionale piadina: ogni zone però ne conserva una ricetta specifica a conferma che si tratta di un dolce veramente amatissimo in tutta la zona. 

Burlenghi di Carnevale, la ricetta emiliana


Ingredienti

100 gr di farina | 1 uovo | latte | Cotenna di maiale - Sale - Parmigiano reggiano - Prosciutto crudo

Preparazione

  Prendete una terrina e versatevi all’interno la farina a fontana: al centro sgusciate l’uovo, aggiungete un pizzico di sale e il latte. Mescolate e regolate il latte fino ala cosiddetta colla, è pronto.

  Ungete il fondo di una padella con la cotenna di maiale e accendete il fuoco: non appena la padella sarà molto calda versatevi una cucchiaiata di pastella e lasciate spargere l’impasto in modo omogeneo sulla padella. Lasciate cuocere su entrambe i lati e continuate fino all’esaurimento della pastella.

  Preparate anche il ripieno tritando uno spicchio d’aglio e un rametto di rosmarino, aggiungete anche un pizzico di sale e mischiate il lardo spezzettato.

  Non appena i burlenghi sono pronti, farciteli con il ripieno preparato e spolverizzatele con il parmigiano reggiano grattugiato. Piegate i burlenghi in quattro e serviteli ben caldi.

La ricetta originale sarebbe nata intorno al 1266 come piatto povero preparato con ingredienti come farina, latte, sale e uova: la farcitura interna del burlengo viene preparata con la cunza, a base di lardo, aglio, rosmarino e Parmigiano Reggiano. 

Diverse le teorie sulle origini del nome che deriverebbe dal fatto che il burlando è un piatto che sembra ricco, ma in realtà leggero perché la pasta è molto leggera.

CARNEVALE, LE LASAGNE AL PESTO

CARNEVALE, LATTE DOLCE FRITTO

RAVIOLI FRITTI DI CARNEVALE