Come condire gli spatzle

di Ishtar 0

Piatto tipico della Germania meridionale, cucinati diffusamente anche nell’Italia del Nord, gli spatzle non sono altro che degli gnocchetti preparati con un impasto semplice a base di farina di grano uova e acqua. Caratterizzati dalla classica forma che ricorda una goccia, si realizzano, come da tradizione, con uno strumento apposito che non avendo a disposizione potrete sempre sostituire con un comune passapatate. Una volta pronti il dubbio sorge spontaneo: come condirli? Ecco qualche idea.

Un gustoso condimento è rappresentato dal classico burro e salvia ma accompagnato da speck, panna fresca e parmigiano per un risultato cremoso ed allettante come pochi. Altro suggerimento sta nell’utilizzare la panna ma nell’accompagnarla, invece, con dell‘erba cipollina e nel completare il tutto, al momento di servire, con dei pinoli precedentemente tostati in padella fino a doratura (attenzione a non bruciarli).

Gli spatzle risultano insuperabili insieme ad un sugo di selvaggina. Possono anche essere conditi con una salsa di formaggi, che regala un piatto gustoso ed appagante come pochi, da arricchire o meno con una manciata di noci tritate in superficie.

Ma restando in tema autunnale perchè non optare per la classica zucca? Quest’ultima può essere unita o meno, a seconda del risultato che si voglia ottenere, con della salsiccia, per un primo piatto completo e rustico. Per chi invece preferisca i primi “freschi” e leggeri, perchè non optare per mozzarella e pomodorini? Infine, agli amanti delle zucchine propongo un condimento a base di queste ultime cotte in padella con del lardo o della pancetta affumicata. La scelta è vasta, non resta che scegliere il condimento più vicino ai vostri gusti. Quì le idee per il condimento degli gnocchi.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>