Come si prepara la crema pasticcera al limone

Spread the love

Come si prepara crema pasticcera limone

 

La crema pasticcera al limone rappresenta una variante fresca e golosa della classica strautilizzata nel mondo della pasticceria. Può essere impiegata in una miriade di preparazioni: nella creazione di dolci al cucchiaio strepitosi con la frutta fresca a pezzi o secca in granella; può costituire il ripieno dei bignè o degli eclairs, può rappresentare la farcia delle classiche crostate o di soffici torte e tanto altro ancora. Vi confesso di mangiarla spesso semplicemente con il cucchiaino dopo averla cosparsa con delle meringhette sbriciolate in superficie.


La preparazione della crema pasticcera al limone non è poi così lontana da quella classica, ciò che in parte differisce è l’aggiunta del succo e della scorza di limone oltre che di qualche cucchiaio di limoncello, mia personale aggiunta, che a mio parere enfatizza il sapore altrimenti poco percettibile dell’agrume. La crema pasticcera al limone si conserva per qualche giorno in frigo, ma ben sigillata con della pellicola trasparente per alimenti. Volendola aromatizzare ulteriormente unite della scorza grattugiata di arancia o della vaniglia.

Altre ricette sul tema? La crema di limone senza latte, perfetta per gli intolleranti al lattosio, la crema chantilly al limone di Cotto e Mangiato, dessert al cucchiaio paradisiaco e la torta di crema al limone per Poirot.

Lascia un commento