Guinness cake, ovvero torta alla birra scura irlandese

di Ishtar 5



La guinness è una birra scura dal colore a prima vista quasi nero, dall’inconfondibile spuma cremosa e dal sapore amarognolo. Prodotta in Irlanda appartiene alla categoria delle birre Stout ed è forse la birra più bevuta al mondo.  Forse è per questa sua nota amara che mi piace particolarmente, pur non disdegnando le birre “chiare”. Quello che molto spesso ci si dimentica è che la birra può essere utilizzata in cucina non solo come bevanda, ma anche per la preparazione di piatti, sia dolci che salati. In questa sede vorrei farvi conoscere un dolce strepitoso. Non so se siate a conoscenza del fatto che la birra guinness insieme al cioccolato, forma un binomio assodato in cucina. Non a caso nella guinness cake, ovvero torta alla birra scura li vediamo protagonisti insieme.

Guinness cake


Ingredienti

220 gr. burro | 300 gr. zucchero di canna | 4 uova | 100 gr. cacao amaro in polvere | 400 gr. birra guinness | 230 gr. farina 00 | 1/2 bustina lievito per dolci | 2 cucchiaini bicarbonato

Preparazione

  In una terrina sbattere le 4 uova. Separatamente ammorbidire il burro con lo zucchero di canna.

  Unire burro e zucchero e le 4 uova già sbattute. In una terza terrina unire il cacao con la birra scura e amalgamare il tutto.

  Unire poco alla volta la farina (con il lievito e il bicarbonato) e la birra (con il cacao) nella terrina che contiene il burro (con lo zucchero e le uova).

  Mettere il composto in una teglia da 22-24 cm. Preriscaldare il forno a 180° C.

  Versate il composto in una teglia imburrata (sempre con i bordi alti) ed infornate a 180 gradi per almeno 1 ora e mezza. La torta sarà cotta quando la superficie avrà assunto un colore marrone scuro e l'impasto interno non dovrà seccarsi troppo.

Nella ricetta di questo articolo, non è previsto l’utilizzo di gocce di cioccolato. Io invece ricordo che una delle volte in cui l’ho prepararata, ho aggiunto all’impasto una tavoletta di cioccolato fondente tritato grossolanamente. Secondo me la torta alla guinness acquista ancora di più. In alternativa potete evitare di mettere la cioccolata dentro l’impasto e farne una glassa con la quale ricoprire il dolce una volta cotto e raffreddato. Picola curiosità: sapevate che questa birra prende il nome dal suo ideatore  Arthur Guinness? Purtroppo in Italia, a quanto pare, esistono in commercio solo le lattine ed è pressochè impossibile gustare la guinness alla spina, un vero peccato. Se volete potete servire la guinness cake ricoprendola di una glassa al formaggio cremoso.

Commenti (5)

  1. una ricetta simile, sempre della torta alla guinnes, io l’ho trovata nel libro §
    “ricette dal mondo” di altromercato (che tralaltro è molto carino) però nn l’ho mai fatta. un po’ di arancia secondo me non ci starebbe male, magari provo una variante 🙂

    comunque qui a bz si trova la guinnes alla spina

    giulia

  2. il mio ragazzo ne andrebbe matto! qui in sicilia in provincia di messina ci sono alcuni pub che la servono alla spina, ma devo dire che il gusto è molto diverso da quella che si beve a dublino…dalle nostre parti spinata ha un retrogusto di caffè ed è molto amara, invece l’originale è molto più gustosa pur essendo un pò amarognola.
    mi sa che prima o poi accontenterò il fidanzato e la preparerò!

  3. @ giulia:
    Ciao Giulia, grazie per la segnalazione della ricetta, anzi, se provi la variante fammi sapere:)
    @ vale:
    Vale, fammi sapere anche tu, a noi è piaciuta tantissimo. Dovrò rivedere le mie fonti dato che entrambe mi dite che la guinness alla spina si trova più facilmente di quanto pensassi:)

  4. ciao Ishtar, grazie per la ricetta, ho provato a fare la torta . Fantastica … è stata un successone! L’ho scelta insieme ad altre ricette di torta alla birra perchè realizzerò un buffet di dolci in occasione dell’apertura di una birreria dove suoneranno dal vivo.Spero di poter postare anche altre foto di quando sarà degustata in occasione dell’inaugurazione.

  5. @ design addict:
    Ciao, sono molto contenta che la torta sia piaciuta e addirittura che sarà servita in occasione di un buffet in un locale! Grazie per averla provata 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>