Fertilità della coppia, il merluzzo è l’alimento amico per eccellenza

di Fabiana 0

La fertilità della coppia passa anche attraverso l’alimentazione e sembra che il pesce sia particolarmente adatto per poter aumentare le possibilità di concepimento da parte della coppia visto che favorisce l’attività sessuale.

Lo rivela uno studio della Harvard TH Chan School che è stato condotto su un campione di mille persone: i dati sono chiari e confermano che le coppie che mangiano pesce più di due volte alla settimana hanno un’attività sessuale più intensa, il che favorisce anche le loro possibilità di concepimento. Delle 500 coppie in cerca di un figlio prese in considerazione e monitorate per un anno, il 92% che ha dichiarato di consumare più di due porzioni di pesce alla settimana ha aumentato le possibilità di concepimento confermando anche di avere rapporti sessuali già frequenti.  E sembra che sul podio degli alimenti da consumare ci sia ancora una volta il pesce, sia per gli uomini sia per le donne. Non tutto il pesce per è uguale visto che per ottenere i massimi benefici in termini di fertilità, le coppie hanno mangiato soprattutto merluzzo, in pratica stoccafisso e baccalà, ricco di proteine, vitamine, minerali e acidi grassi Omega 3, decisivi per la fertilità della coppia. Risulta importante il processo di essicazione del merluzzo da cui si ottiene lo stoccafisso che aiuta a mantenere inalterate le proprietà nutritive favorendo l’assunzione di ferro, potassio, fosforo e iodio a fronte di una carne magra e con poco sale. 

Resta inalterato tutto il benessere che viene apportato dagli Omega 3, acidi grassi polinsaturi che aiutano a controllare la pressione sanguigna ostacolando l’accumulo di sostanze grasse nelle arterie. 

 

PESCE, ECCO PERCHÈ FA BENE AL CUORE 

photo credits | think stock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>