Cibi anti-stress: alimenti per combattere stanchezza e affaticamento

di Anna Maria Cantarella Commenta

cibi anti-stress alimenti combattere stanchezza affaticamento

Ansia e stress sono purtroppo compagni abituali delle nostre intense giornate di lavoro. E non risparmiano nessuno, neanche i più giovani che proprio in questo periodo dell’anno hanno bisogno di qualche energia in più per affrontare gli esami e gli ultimi impegni scolastici dell’anno. Per difenderci dallo stress delle scadenze e di un periodo di di lavoro molto intenso, ci può venire in aiuto una sana alimentazione che, associata all’attività fisica, aiuta a rendere al massimo senza debilitare il nostro organismo. Poche le regole essenziali: non saltare i pasti, bere molta acqua, fare pasti leggeri e non rinunciare agli spuntini, specialmente se sono a base di yogurt, frutta fresca e mandorle perchè contengono vitamina C e antiossidanti che aiutano l’organismo a reagire alla stanchezza e favoriscono la circolazione sanguigna. E poi ci sono alcuni alimenti che se assunti regolarmente possono difenderci dallo stress quotidiano.

A colazione è preferibile eliminare brioche e merendine, che spesso sono molto ricche di grassi, e assumere frutta fresca o una spremuta per fare il pieno di vitamine. Ottima anche una colazione a base dicarboidrati complessi come cereali da prima colazione. In particolare l’avena fornisce energia a rilascio lento che aiuta a non cadere vittima dello stress quotidiano e di improvvisi attacchi di fame perchè ha un indice glicemico molto basso ed è perfetta per tenere l’appetito sotto controllo.

Non pensate di scacciare lo stress ingurgitando alimenti appetitosi sì, ma molto calorici. Abolite le fritture, la carne troppo grassa e i condimenti eccessivi. Il pranzo ideale è un piatto di pasta condita con un sugo leggero di pomodoro e basilico, una fetta di tacchino e un’insalata verde. La carne di tacchino è una fonte di triptofano, una sostanza che favorisce la sintesi della serotonina e ha effetti benefici sull’umore e sulla regolazione dei ritmi sonno-veglia.

Concedetevi una pausa di mezz’ora dal lavoro o dallo studio. Staccare la spina è necessario per rilassarsi un po’ e poi riprendere con più vigore le normali attività. Basta una pausa pomeridiana davanti a una tazza di tè per alleviare la tensione. Inoltre secondo alcuni studi il tè è in grado di abbassare i livelli del cortisolo, un ormone che causa lo stress.

Non dimenticate di mangiare il pesce. Le vitamine del gruppo B contenute nel pesce bianco sono fondamentali per difendersi dalla stanchezza e per aumentare la risposta immunitaria del nostro organismo alle aggressioni esterne. Non di rado infatti, in periodi di stress eccessivo, ci si ammala più facilmente. E poi mandorle, mirtilli, banane e prugne secche sono alimenti ricchi di antiossidanti e potassio, un minerale che aiuta a mantenere i liquidi dell’organismo in equilibrio e la pressione del sangue sotto controllo, due condizioni che lo stress tende invece ad alterare.

Photo Credit| Thinkstock