Italiani ai fornelli, la cucina diventa attività di svago e affermazione personale

di Fabiana 0

Quanto tempo dedicano gli italiani alla cucina? Circa un’ora e mezza per dedicarsi alla preparazione di pasti per la giornata con un incremento del 20% del tempo rispetto allo scorso anno.

È quanto emerge da una ricerca Ispos che ha rilevato una maggiore attenzione degli italiani non solo alla qualità della loro alimentazione, ma anche al loro impatto sulla salute. 

Insomma trascorrere maggiore tempo ai fornelli sta diventando quasi una consuetudine soprattutto in alcuni momenti della settimana.

Un ritorno al passato che è il frutto del numero crescente di italiani, anche giovani, che si gratificano ai fornelli con la cucina e il buon cibo che diventano primarie attività di svago, relax e affermazione personale. La passione per i fornelli, peraltro, oggi ha contagiato anche gli uomini, con la manipolazione del cibo che diventa un modo per esprimere se stessi. Lo “show cooking” casalingo per gli amici si afferma come appuntamento dei fine settimana e dei momenti di festa.

ITALIANI, LE RICETTE PIU’ RICERCATE ONLINE

Sottolinea la Coldiretti. Ma quali sono i piatti più gettonati dagli italiani soprattutto per le occasioni speciali? Spazio soprattutto ai primi come la pasta a base di pesce (39%), la pasta al forno (18%)  o la pasta con la carne (17%). 

Tra i secondi, sempre più gettonato il pesce (48%), seguito dalla carne (43% mentre è il tiramisù il dolce più gettonato. 

Non solo attenzione al tempo trascorso in cucina davanti ai fornelli, ma anche maggiore attenzione alla qualità dei prodotti scelti: il 95% degli italiani è particolarmente attento all’importanza della provenienza dei prodotti acquistati 3 italiani su quattro  sono disposti anche a pagare una media di 11,5% in più per essere certi di avere a disposizione un prodotto italiano al 100%.

 

photo credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>