Straccetti di maiale con cavolo cappuccio

di Roberto 7

TEMPO: 50 minuti| COSTO: medio| DIFFICOLTA’: bassa

VEGETARIANA:NO | PICCANTE:NO | GLUTINE: NO | BAMBINI: NO


Quest’oggi voglio proporvi una bella ricetta dall’aria orientale, visto che prende spunto dalla cucina cinese, di un piatto molto completo sotto l’aspetto nutrizionale: Straccetti di maiale con cavolo cappuccio. Questo tipo di pietanza, unisce la carne di maiale, leggera e poco grassa, alle verdure, nello specifico al cavolo cappuccio, nutriente e saporito.

Per preparare gli Straccetti di maiale con cavolo cappuccio, dovrete usare il cavolo cappuccio, appunto. Per non far troppa confusione, visto che in ogni regione si usano dei nomi differenti, il cavolo cappuccio è quello con le foglie lisce e lucide, che a prima vista si potrebbe scambiare per un pallone, da non confondere con il cavolo verza che è quello dalle foglie ruvide. Eccovi la ricetta degli Straccetti di maiale con cavolo cappuccio.

Straccetti di maiale con cavolo cappuccio

Ingredienti per 4 persone:

350gr. di fettine di maiale | ½ cespo di cavolo cappuccio | ½ bicchierino di vino Mrsala | 2 spicchi d’aglio | 1 cipolla | olio extravergine d’oliva | sale q.b. e pepe.

LA PREPARAZIONE:

  1. Per prima cosa, prendete le fettine di maiale e, con un coltello molto affilato, ripulitele da eventuali parti di grasso e dalle parti più callose. Quindi tagliate le fettine a striscette della larghezza di circa ½ cm e della lunghezza di un paio di centimetri.

  2. Quando la carne sarà pronta, preparate la marinatura. In una terrina mescolate il vino marsala con un cucchiaio d’acqua, ed aggiungete gli spicchi d’aglio finemente tritati e una bella spolverata di pepe, mescolate tutto per bene e poi mettete a marinare le striscette di maiale. Fate in modo che la carne sia totalmente immersa nel liquido di marinatura, quindi coprite la terrina e lasciate riposare la carne per circa 20 minuti.

  3. Nel frattempo, tagliate a strisce molto sottili il cavolo cappuccio e mettetelo ammollo in un recipiente con dell’acqua fresca per pulirlo. Cambiate l’acqua un paio di volte, quindi scolate per bene il cavolo utilizzando uno scolapasta. Lasciate il cavolo nello scolapasta, in modo tale che possa scolare dell’altra acqua residua, e nel frattempo pelate, lavate e tagliate a fettine non troppo sottili una cipolla.

  4. A questo punto, versate dell’olio in una pentola capiente e mettete a rosolare la cipolla a fuoco lieve. Dopo qualche istante, quando la cipolla si sarà dorata, aggiungete il cavolo cappuccio, senza preoccuparvi se non è completamente asciutto, l’acqua rimasta servirà per portare avanti la cottura. Mescolate tutto per bene, coprite la pentola con un coperchio e lasciate cuocere il cavolo lentamente controllando la cottura di tanto in tanto.

  5. La carne, adesso, dovrebbe aver terminato la marinatura, quindi versatela con tutto il liquido di marinatura nella pentola insieme al cavolo cappuccio. Alzate il fuoco e lasciate evaporare l’alcol del vino, aggiustate di sale e condite con un po’ di pepe, mescolate tutto e lasciate proseguire la cottura fin quando la carne non sarà cotta e l’acqua di cottura si sarà asciugata.

  6. Quando la cottura sarà terminata, versate tutto in una zuppiera versate un filo d’olio a crudo e servite ancora molto caldo in tavola.

[photo courtesy of vabellon]

Commenti (7)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>