Ricette estive: polpettone freddo alle zucchine

di Ishtar 0



Sentendo pronunciare la parola polpettone probabilmente solo al pensiero inizierete a sentire caldo, ma vi rassicuro subito, quello di cui parlerermo in questo articolo è un polpettone freddo con ricotta e zucchine. Si tratta di un secondo piatto a base di carne il cui impasto viene notevolmente alleggerito con l’aggiunta di ricotta fresca e il ripieno costituito da zucchine e prosciutto. Può, anzi deve, essere preparato in anticipo  in modo che abbia il tempo necessario per diventare compatto e non si sbricioli al momento del taglio e soprattutto in modo che al momento in cui verrà servito sarà già freddo.

Polpettone freddo con ricotta


Ingredienti

500 gr. polpa di vitello | 300 gr. petto di pollo | 100 gr. ricotta | 80 gr. prosciutto cotto | 1 zucchina | 2 uova | 2 fette di pancarrè | latte | grana padano grattugiato | noce moscata | olio evo | sale | pepe

Preparazione

  Passate al tritacarne il pollo e il vitello. Raccogliete la carne macinata in una ciotola e amalgamatevi la ricotta.

  Impastate con le uova, il pancarré bagnato nel latte e ben strizzato, 2 cucchiaiate di grana grattugiato, una grattatina di noce moscata, sale e pepe. Allargate con le mani l'impasto, sul tagliere.

  Appoggiatevi sopra il prosciutto cotto tagliato a bastoncini e la zucchina, pure a bastoncini, scottata in acqua bollente.

  Formate il polpettone, avvolgetelo e legatelo in carta da forno. Passatelo a cuocere nel forno a 200° per 40'.

  Servitelo freddo, a fette, accompagnando con una vinaigrette ottenuta emulsionando 4 cucchiaiate di olio con una di aceto di mele, sale e pepe.

Il ripieno del polpettone freddo alle zucchine può essere arricchito con delle fette di formaggio filante o con della mortadella al posto del prosciutto.  Non so voi ma sono giorni ormai che non riesco più ad ingurgitare piatti caldi, il solo pensiero mi fa sudare, il mio organismo letteralmente si rifiuta e sono alla ricerca di ricette di piatti freddi ed estivi. Bene, questa sarà solo la prima di una lunga serie di ricette estive, alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>