Ricette con gli asparagi: il flan con lo speck

di Ishtar 0



In questi giorni ho avuto la casa sommersa di asparagi: un mazzetto lo avevo acquistato perchè me ne era venuta una voglia improvvisa, un altro mi era stato regalato da un amico di famiglia, il resto lo’ho raccolto durante una gita fuori porta in campagna. Sono stata piuttosto fortunata perchè ne abbimo trovati veramente tanti. Da quì capirete che mi sono dovuta ingegnare in cucina per poterli consumare adeguatamente. Ecco che allora, non volendomi cimentare nel solito risotto agli asparagi (sempre apprezzato, per carità, ma  ero in cerca di nuovi sapori) ho deciso di sperimentare qualcosa di nuovo, e dopo una rapida ricerca su internet la mia scelta è caduta su questo flan agli asparagi e speck. Beh, per la verità il flan originale prevedeva i soli asparagi: l’aggiunta dello speck è stata una mia iniziativa in conseguenza dell’amore per questa accoppiata di ingredienti e, devo ammettere, di aver fatto proprio bene.

Flan asparagi e speck


Ingredienti

1 mazzetto di asparagi verdi | 1 cipolla | burro o olio | 250 gr. ricotta | 5 cucchiaio parmigiano | 150 gr. latte | 150 gr. farina 00 | 3 uova | 1 pizzico sale | olio | pangrattato | 100 gr. speck a fette

Preparazione

  Cuocere gli asparagi puliti e in una padella con un filo di olio.

  In un padellino soffriggere la cipolla con poco olio/burro unire gli asparagi a tocchetti cotti precedentemente, rosolarli, bagnarli con poco brodo se necessario, regolare di salare.

  Frullare tutto a crema. Unire la ricotta, il parmigiano e il latte e frullare di nuovo. Aggiungere le uova e la farina setacciata e mescolare bene.

  Regolare di sale e versare il composto in una pirofila rivestita di fette di speck. Ripiegarle sull'impasto in modo che lo coprano.

  Cuocere in forno a 180 C° per 20 minuti circa. A fine cottura spolverare con parmigiano e mettere 2/3 min sotto il grill.

Il flan agli asparagi e speck è un secondo molto invitante, e, a suo modo, anche leggero. Infatti prevede nell’impasto della ricotta che contribuisce ad alleggerire il tutto, rendendolo più soffice, si scioglie in bocca. In realtà non capisco perchè la ricetta sia denominata così, più che ad un flan, per consistenza e metodo di cottura questa preparazione assomiglia maggi0rmente ad una torta salata: non prevede la cottura a bagnomaria e le proporzioni tra gli ingredienti ricordano vagamente l’impasto di una torta salata, appunto. In ogni caso a noi è piaciuto tantissimo e lo riproporrò sicuramente al più presto. Buon inizio settimana !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>