cottura al vapore

La cottura a vapore è sinonimo di cucina leggera e di cucina naturale. Grazie al vapore con cui si cuociono gli alimenti si liberano dei loro grassi e assumono una consistenza morbida. Da quando ho il mio microonde che cuoce anche a vapore è diventata un’abitudine usare questo tipo di cottura anche per preparare gli alimenti prima di usarli per altro. Per preparare i ravioli di zucca ad esempio invece di lessarla la cuocio al vapore e in cinque minuti è pronta.

Le verdure cotte al vapore sono perfette per una dieta, ma attenzione ad affettare prima quelle più dure, come ad esempio le carote. Gli utensili per cuocere a vapore possono essere la classica pentola a pressione, o una pentola ad hoc, o i recipienti orientali da inserire su normali pentole, o anche ovviamente la vaporiera elettrica. Per cuocere alimenti sottili come ad esempio la sogliola ci si può arrangiare anche semplicemente posizionando un piatto sopra una pentola e coprirlo con l’alluminio.

Il liquido per la cottura a vapore può essere semplicemente acqua, ma anche un liquido aromatizzato come un brodo ad esempio. Quando faccio i gamberi al vapore io verso nel liquido del succo di limone con qualche fettina e un goccio di vino bianco. Ma passiamo alla ricetta che vi proponiamo per provare la cottura al vapore: carciofi ripieni di salmone.


CARCIOFI RIPIENI AL SALMONE (Ingredienti per 4 persone)
Preparazione: pulite i carciofi tagliandone la parte alta con le punte. Lasciateli qualche minuto in acqua e limone e dedicatevi al liquido per la cottura a vapore. Il recipiente va riempito con l’acqua fino a metà, aggiungete la scorza di limone, i due spicchi d’aglio ed il pepe in grani schiacciato.

Allargate un po’ le foglie dei carciofi e posizionateli nel recipiente per la cottura a vapore. Salateli e cuocete li per mezz’ora. Una volta cotti sistemateli già nel piatto in cui verranno portati in tavola e conditeli con un filo d’olio a crudo e il succo di limone.

Allungate la maionese con il succo di limone che vi avanza e aggiungetevi metà del salmone tritato. Riempite con la salsa gli spazi tra una foglia e l’altra ed usate le fettine di salmone ed il prezzemolo per decorare.