La pasta al forno con le melanzane, direttamente dalla Sicilia

di Ishtar Commenta



Da qualche tempo non preparavo un primo così ricco, e proprio l’altra domenica mi è venuta una voglia improvvisa di pasta al forno. In casa avevo delle melanzane da consumare e la scelta è stata quasi obbligata, ma non per niente costretta, sia chiaro. La pasta al forno con le melanzane fritte e la ricotta è una ricetta proveniente dalla tradizione siciliana. La ricetta prevede di utilizzare o il parmigiano o la ricotta infornata: quest’ultima non so quanto sia facilmente reperibile nel resto d’Italia, ma se la trovate dovete assolutamente utilizzarla: si sposa benissimo con le melanzane. Mi raccomando di abbondare anche con il basilico, dona all’insieme un gusto unico.

Pasta al forno


Ingredienti

8 melanzane | 1 lt. passata di pomodoro | 200 gr. mozzarella triatata | pasta corta kg. 1/2 | 1 spicchio aglio | basilico | olio | parmigiano grattugiato o ricotta infornata

Preparazione

  Tagliare le melanzane a fette lunghe, cospargerle di sale, e lasciarle spurgare almeno per 1 ora. Friggerle in abbondante olio caldo, e farle scolare dall'olio aiutandosi con carta assorbente.

  Preparare, intanto, una salsa soffriggendo l'aglio, aggiungendo la passata, regolando di sale e pepe e una volta raggiunta la giusta densità profumarla con basilico.

  Cuocere in abbondante acqua salata la pasta e scolarla al dente. Ungere una teglia e alternare strati di melanzane, di pasta condita con la salsa ricoprendo con la mozzarella tritata.

  Volendo a piacere si può arricchire la pasta con uova sode affettate. Infornare il tutto a 190°C per 20-30 minuti. Sfornare e servire con parmigiano o ricotta infornata grattugiati.

Unica seccatura della ricetta è quella della fase di frittura delle melanzane, vi confido che, a volte preferisco grigliarle anzichè passare tutto quel tempo davanti alla padella, con annesso odorino di frittura. Però c’è da precisare che nella vera pasta al forno siciliana le melanzane vanno rigorosamente fritte e, nonostante la pasta risulti ottima in entrambi i casi, la differenza si sente. Una piccola curiosità sulla ricotta infornata: dopo averle preparate, le ricotte destinate ad essere infornate vengono trasferite, il giorno dopo in contenitori di ceramica e cotte a circa 400 C° per mezzora. Questa operazione regala loro un colore marrone, cheda sull’ambrato e d un gusto deciso, ma molto delicato.