Un’insalata invernale, quella di arance e lattuga

di Claudia 3



insalata arance

L’insalata di arance è un piatto che di solito fa storcere a molti il naso. Anzi, qualcuno si rifiuta anche proprio di assaggiarla perchè non riesce proprio a contemplare l’idea di mangiare le arance, prelibato alimento ricco di qualità, buonissimo da mangiare così al naturale, nei dolci, ottimo il succo d’arance e la marmellata di arance, ma le arance condite con olio, sale e pepe proprio no!

Io da quando le ho provate invece le amo moltissimo, anche così, semplicemente un paio di arance sbucciate e condite proprio come indicato prima, sale, olio e pepe, senza aggiunta di altri ingredienti, anche se questa ricetta rende perfettamente giustizia a questa preparazione, tipicamente siciliana, visto che abbina alle arance semplicemente la lattuga, le mandorle e le noci.

Provare per credere, semplice, dietetica (senza olio e con soli due cucchiaini di panna liquida), fresca e nutriente, e sottolineo fresca anche se siamo in inverno perchè di questi tempi, dentro le felpe e i maglioni e con i riscaldamenti a mille, il palato gode di un attimo di sollievo e freschezza.

Insalata di arance e lattuga


Ingredienti

un cespo lattuga | 1 arancia | 4 gherigli di noce | 4 mandorle | 1/2 limone | 2 cucchiaini panna liquida | sale e pepe

Preparazione

  Lavare con cura l'arancia, che avrete scelto di giusta maturazione e con la bella scorza. Asciugarla e asportare la scorza. Lavare e mondare la lattuga, e sistemare le foglie all'interno di un'insalatiera.

  Aggiungere anche le mandorle e le noci sminuzzate e a questo punto pelare al vivo l'arancia raccogliendo il succo in una ciotolina, cercando di non perderne troppo. Aggiungere l'arancia, tagliata a fette molto sottili, alla lattuga. Unite anche il succo d'arancia raccolto e mescolate bene.

  Preparate a parte una salsina con la panna, il succo di mezzo limone, il sale e il pepe, e versatela sull'insalata di arance e lattuga solo al momento di servire in tavola.

Questa insalata va servita bella fredda, quindi riponetela in frigo, insieme alla salsina, e poi dopo averla condita portatela in tavola, magari come accompagnamento di una bella bistecca, di gustosissimi hamburger o di un piatto di formaggi.