Ricetta cornetti fatti in casa

di Anna Maria Cantarella 0



Perfetti a colazione, deliziosi a merenda, i cornetti sono il massimo della bontà per la colazione all’italiana. Il problema è che non si può andare al bar tutte le mattine e così, alle più volenterose di voi potrebbe venire voglia di preparare i cornetti fatti in casa. Vi dico subito che è una ricetta complessa, richiede lunghe ore di lievitazione  e una precisione certosina per impastare, amalgamare e poi comporre i cornetti. Una delle ricette più famose del web si trova sul blog di Luca Montersino, eccellente pasticcere italiano. Quella versione però – essendo la versione originale dei cornetti sfogliati – è davvero molto difficile. Io invece ho optato per una versione più semplice, che non è la versione originale, ma comunque ottima!

cornetti fatti in casa


Ingredienti

170 gr. farina00 | 170 gr. farina manitoba | 25 gr. burro | 125 gr. burro per farcire | 75 gr. zucchero | un uovo intero e un albume | 70 gr. latte | 15 gr. lievito di birra | sale | zucchero a velo

Preparazione

  Sciogliete il lievito in un cucchiaio di acqua tiepida. Preparate il lievitino: versate 45 gr. di farina 00 e 45 gr. di farina manitoba sulla spianatoia, aggiungete il lievito e un pochino d’acqua, quanto basta per ottenere un impasto morbido ed elastico. Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo e lasciate riposare per 1 o 2 ore sotto un panno.

  Prendete i 25 gr. di burro, tagliatelo a cubetti e lasciatelo ammorbidire. Setacciate le restanti farine, aggiungete lo zucchero, un pizzico di sale, l’uovo intero e l’impasto che avevate lasciato lievitare. Aggiungete il latte a poco a poco e impastate con energia. Poi sbattete l’impasto sul piano di lavoro, formate un panetto, incidetelo a croce e lasciatelo riposare sotto un panno per una notte, almeno 12 ore.

  Preparate la farcia per la sfoglia: lavorate qualche minuto il burro rimanente, dopo averlo fatto ammorbidire. Stendete l’impasto ben lievitato col matterello cercando di dargli una forma regolare fino ad ottenere uno spessore di circa 2 cm. Disponete il burro al centro dell’impasto e richiudete la sfoglia ripiegando entrambi i lati in modo da intrappolare il burro all’interno. Poi stendete col matterello facendo attenzione a non far fuoriuscire il burro.

  Ripiegate nuovamente l’impasto in senso opposto, stendete ancora col matterello e ripiegate. Mettete in frigorifero per 1 ora circa. Stendete bene l’impasto ottenuto e prima controllate che il burro sia bene assorbito, altrimenti potete lasciate in frigorifero la sfoglia ancora 1 ora. Quando è pronta, stendete la sfoglia e tagliatela prima a strisce, poi a triangoli isosceli (con due lati lunghi uguali e un lato più corto).

  Arrotolate i triangoli ottenuti fino a formare la caratteristica forma dei cornetti, poi curvate leggermente le punte esterne. Disponete i cornetti in una teglia rivestita con carta da forno, distanziandoli tra loro. Coprite e lasciate lievitare ancora qualche ora. Spennellateli con l’albume d’uovo e spolverateli con lo zucchero a velo.

  Infornate in forno caldo a 180 gradi per circa 15 minuti. Tirateli fuori dal forno e fateli intiepidire, poi cospargeteli di zucchero a velo.

Prepararsi i cornetti fatti in casa è un’impresa complessa ma che dà grande soddisfazione. Alle più valenti di voi, che magari sono pratiche con gli impasti, questa ricetta apparirà abbordabile ma richiede in ogni caso molte attenzioni e una lunga lievitazione, e richiede almeno 16 ore di lavoro in tutto. La lievitazione è una fase fondamentale e molto delicata della preparazione, per questo motivo vi consiglio di aspettare prima di infornare i cornetti fino a quando non saranno gonfiati per bene. Non esitate ad aspettare qualche ora in più se è necessario.

I cornetti che otterrete non sono proprio una sfoglia leggera come quelli del bar, sono piuttosto una via di mezzo tra una briosche e la sfoglia del cornetto. Con la dose che vi consiglio nella ricetta riuscirete a preparare circa 15 cornetti di grandezza media, che potrete mangiare vuoti –  e sono buonissimi – oppure potrete riempire con marmellata, crema bianca o al cioccolato. Io li mangio vuoti e ricoperti di granella di zucchero e li mangio accompagnati da un cappuccino fumante. Davvero squisiti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>