Marmellata di pesche fatta in casa: la ricetta

di Anna Maria Cantarella 0



Vi sarà capitato di ricevere in dono un bel cesto di frutta proveniente da un alberello di un amico o di un parente. A me succede spesso di avere delle pesche e, quando le quantità sono davvero consistenti, è inevitabile che mi venga la voglia di fare una marmellata di pesche, o meglio una confettura, visto che le marmellate sono solo quelle che si fanno con gli agrumi. Sull’arte di preparare la perfetta marmellata fatta in casa si sono spesi fiumi di parole. Solo per citare il guru della cucina italiana, Pellegrino Artusi, nel suo libro potete leggere che la preparazione della confettura prevede una doppia cottura della frutta: la prima per pulire filamenti e bucce e poi passando la purea al setaccio, e l’altra con lo zucchero bianco per “confetturare”.

marmellata di pesche fatta in casa


Ingredienti

1 kg. pesche mature sbucciate | 300 gr. zucchero | succo di un limone

Preparazione

  Sbucciate la frutta e mettetela in una ciotola con lo zucchero a macerare in frigo. Trascorse 24 ore potete procedere alla preparazione della marmellata.

  Versate il composto in una pentola e aggiungete il succo del limone. Accendete il fuoco a fiamma dolce e lasciate cuocere per circa un'ora e mezza.

  Per constatare se avete raggiunto la consistenza desiderata, fate la prova del piattino per verificare che la marmellata coli lentamente senza scivolare via.

  Fate riposare la marmellata nella pentola per 3 minuti, poi riempite i barattoli di vetro sterilizzati fino a mezzo centimetro dal bordo. Rigirate i barattoli a testa in giù e lasciateli in questa posizione fino al completo raffreddamento,

Ci sono poi le diverse scuole di pensiero. C’è chi dice che la frutta dovrebbe macerare con lo zucchero per 24 ore in frigorifero e chi invece salta il passaggio procedendo alla cottura. C’è chi aggiunge pectina utilizzando il limone o le bucce di mela per aiutare la confettura a gelificare, e riguardo al rapporto frutta-zucchero, anche in questo caso le opinioni sono molte. In generale, vale il criterio che la frutta va assaggiata per capire quanto sia già zuccherina. Poi ci sono i gusti personali e ognuno sceglierà la quantità di zucchero che gli sembra più appropriata al gusto da ottenere. Su una cosa però siamo tutti d’accordo: la marmellata di pesche fatta in casa è squisita e anche se richiede due orette di cottura è certamente tempo ben speso. La mia versione della marmellata di pesche è poco zuccherata perchè non mi piacciono i sapori troppo stucchevoli, ho aggiunto il limone e ho fatto macerare la frutta in frigo con lo zucchero. Se qualcuno di voi avesse suggerimenti o consigli per migliorare il risultato, sarò felice di leggere i vostri commenti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>