Ghiaccioli tricolore, la ricetta

di Ishtar 0



Avete già assaggiato i primi ghiaccioli della stagione? No? Allora è il momento di correre ai ripari con questi che hanno la particolarità di essere tricolore. Quando parlo di tricolore non mi riferisco a quello nazionale, che potreste comunque ottenere utilizzando della frutta specifica, ma ad un mix di tre colori dati da altrettanti frutti da scegliere di volta in volta ed a seconda dei gusti. Vi faccio un esempio: quelli che vedete in foto sono a base di kiwi, di fragole e di pesche. Tutta frutta di stagione, facilmente reperibile, che non chiede altro che di esssere gustata al meglio.

Ghiaccioli tricolore


Ingredienti

200 gr. kiwi | 200 gr. fragole | 200 gr. pesche | zucchero (facoltativo)

Preparazione

  Lavare bene la frutta, quindi sbucciare le pesche ed i kiwi e tagliare a pezzi grossolani il tutto, anche le fragole.

  Versare nel boccale del frullatore le pesche ed azionarlo fino ad ottenere un composto omogeneo. Effettuare la stessa operazione con le fragole e poi con i kiwi.

  Versare all'interno degli stampini il primo frullato di frutta sul fondo, quindi porre in freezer per 30 minuti ed effettuare la stessa operazione unendo anche gli altri due, intervallandoli con il relativo riposo.

  Una volta trascorse circa 3 ore in freezer i ghiaccioli saranno pronti per essere gustati.

Questi ghiaccioli possono costituire oltre che una merenda sana anche light. La quantità di zucchero infatti la decidete voi, anche se non vi nascondo che io spesso li preparo senza, unendo al massimo una spezia come la vaniglia e talvolta la cannella. Dopo avere frullato separatamente i tre tipi di frutta, versarli a strati, ma solo dopo che quello precedente si sia solidificato, all’interno degli stampini. Trasferiteli poi in freezer per almeno 2-3 ore. Altre ricette sul tema sono quella dei ghiaccioli allo yogurt e i ghiaccioli ai lamponi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>