Le ferratelle abruzzesi.Un dolce croccante per il Natale 2010.

di Redazione 0

 

Ancora una volta parliamo di biscotti e simili. In realtà quella di oggi non è la ricetta di un vero e proprio biscotto, ma di qualcosa che somiglia molto di più ai waffel dolci. La ferratella o cancella o pizzella è un dolce tipico abruzzese, creato con pasta da biscotto cotto tramite una doppia piastra arroventata sul fuoco, che stringendo la pasta sopra e sotto, dà al dolce la forma caratteristica di cialda percorsa da nervature. Tra le varie varianti di disegno, la trama a rombi o cancello, dà origine al nome ferratelle. Preferibilmente di forma rettangolare, ma alla festa di San Valentino vengono preparate anche a forma di cuore. In alcune province abruzzesi viene chiamato anche nuvola o neola. La piastra usata per cuocere questo dolce, detto “lu ferre“, veniva portato in dote dalla donna, infatti, nella parte centrale, recava incise le iniziali della futura sposa e somiglia moltissimo alla piastra per preparare i waffel. Quindi se volete cimentarvi nella preparazione di questi biscotti, procuratevi questa piastra con la griglia che presenta il particolare disegno “a cancello”.

In alcuni casi questo dolce viene arrotolato come un cannolo con ripieno di marmellata, tradizionalmente d’uva, ma anche con crema pasticcera o cioccolata. La variante con due cialde sovrapposte farcite prende il nome di coperchiola, dalla copertura della prima cialda con la seconda che funge da coperchio. Viene preparato soprattutto in inverno, a Natale e in occasione delle feste patronali, dove assume il ruolo particolare di dono preparato in onore del santo patrono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>