Cheesecake americano al formaggio Philadelphia

di Camilla Salaorni 8

 

Il cheesecake, o torta al formaggio, pare nasca nell’antica Grecia come alimento che dava energia agli atleti. Oggi è conosciuto in tutto il mondo e ogni paese ha una variazione sul tema.

 

Nel nostro paese si è portati ad usare la ricotta, mentre in Germania il Quark, un formaggio morbido, bianco e fresco dalle origini curde. In Brasile lo arricchiscono con la marmellata di guavache che loro chiamano goyabada, in Giappone invece è talmente diffuso che, oltre a trovarlo in moltissimi caffè o pasticcerie, lo vendono persino tramite i distributori automatici!

 

Ma il record per il maggior numero di varianti del cheesecake lo detengono gli Stati Uniti: New York, Chicago, Filadelfia sono solo alcune delle città americane che hanno dato i natali ad un tipo di cheesecake.
Il cheesecake americano a base di cream cheese (crema di formaggio), nasce nel 1872 come variazione di quello a base del formaggio francese Neufchatel, fatto col latte vaccino ed originario dell’alta Normandia. Le sue varietà sono a dir poco infinite, a partire dal cheesecake classico con formaggio, panna e uova, passando da quello ai frutti di bosco per arrivare persino alla ricetta a base di tofu per i vegani. Personalmente credo che il “vero” cheesecake sia a base di philadelphia, per me questa versione rimane il must!



CLASSIC AMERICAN CHEESECAKE

  • 850 gr. formaggio philadelphia
  • 300 gr. zucchero semolato
  • 16 gr. maizena (amido di mais)
  • 3 gr. scorza di limone grattugiato (limone non trattato)
  • 7 gr. essenza di vaniglia
  • 7 gr. sale
  • 3 tuorli
  • un’accenno di panna fresca non montata
  • 10 gr. succo di limone
  • 190 gr. biscotti DIGESTIVE (ormai si trovano anche da noi)
  • 75 gr. burro
Passate al mixer i biscotti riducendoli in polvere, unite il burro fuso e mescolate finchè il composto risulti omogeneo. Versatelo in uno stampo rotondo dal diametro di 24cm la cui base avrete precedentemente foderato con carta da forno; premete il composto sul fondo con un cucchiaio affinchè si crei uno strato compatto.

 

Riporre lo stampo in frigo per circa un’ora. Nel frattempo mescolate il Philadelphia con lo zucchero, la maizena, la scorza di limone, l’essenza di vaniglia e il sale, stando attenti che non si formino grumi. Quindi, aggiungete i tuorli uno alla volta. Gradualmente aggiungete la panna e il succo di limone.

 

Stendete il composto sul fondo di biscotti ormai pronto e infornate a 200° (forno pre-riscaldato) per 10 minuti scaduti i quali dovete abbassare la temperatura a 150°/160° e completare la cottura per circa 45 minuti. Una volta pronto è necessario far riposare il cheesecake in frigorifero per almeno un paio d’ore.

 

Il cheesecake può essere gustato al naturale o accompagnato da sciroppo al cioccolato, sciroppo d’acero oppure ai frutti di bosco. Se si ha voglia si può creare da soli ad esempio frullando delle fragole con un po’ di zucchero e un cucchiaino di limone.

 

Commenti (8)

  1. sONO UN APPASSIONATO DI TORTE AMERICANE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>