Cuore infarinato con patate e cipolle

Spread the love

Cuore alla finta veneta

Forse non tutti sanno che, il cuore di bovino, è un alimento molto completo, controindicato solo a coloro che hanno problemi di colesterolo.

Il cuore di bovino infatti, oltre ad essere molto ricco di proteine e di acqua, contiene molti minerali quali:

il calcio, il magnesio ed il fosforo, importanti per le ossa;

il potassio, necessario per il buon funzionamento del nostro cuore;

il sodio, utile per regolare la produzione di liquidi del nostro organismo;

il selenio, fondamentale per rafforzare le nostre difese immunitarie, e consigliato come elemento naturale per la prevenzione del cancro.


Questo muscolo è molto ricco anche di vitamine quali:

la vitamina C, naturale antiossidante, antinfiammatorio, cicatrizzante e ottima alleata nell’assorbimento del ferro e nel contrasto degli effetti dannosi del fumo;

la vitamina B12, fondamentale per il corretto funzionamento del nostro sistema nervoso;

la vitamina PP o B3, ottima fonte di energia per l’organismo ed importante regolatrice del corretto funzionamento di stomaco ed intestino.


La carne di cuore di vitello, ha un sapore dolciastro ed una consistenza callosa ma cucinata in questa maniera rimane tenerissima e con un sapore delicato e molto particolare.

Provatela e fatemi sapere cosa ne pensate.

Per un piatto dal gusto deciso, a base di una parte del vitello poco conosciuta e, raramente sulle nostre tavole, catalogata tra le “frattaglie“, credo sia molto indicato un vino altrettanto particolare e, da poco riscoperto, sto parlando del Tintilia del Molise. Un “fuori classe” rosso rubino intenso, con riflessi violacei, dal profumo seducentemente spezziato, dal sapore avvolgente, intenso e importante, che va dai frutti a piccole bacche nere, come la mora selvatica, all’eccezionale retrogusto di liquirizia.

1 commento su “Cuore infarinato con patate e cipolle”

  1. Azz se la pubblicavi prima!!! sett. scorsa sono andato in cascina!! di sicuro avevano il cuore!!! La prossima volta provo con questa ricetta 🙂

    Rispondi

Lascia un commento