Tagliatelle integrali con i funghi, la ricetta light

di Fabiana Commenta



Oggi prepariamo un classico della cucina autunnale, ma in versione decisamente light: le tagliatelle integrali con i funghi proposti da Marco Bianchi sono un piatto unico che non rinuncia al gusto nonostante la preparazione più leggera rispetto al solito.

Tagliatelle funghi speck vino rosso

In sostituzione della panna viene utilizzata la ricotta, decisamente più leggera. Marco Bianchi utilizza poi funghi secchi e funghi surgelati in modo tale che possiamo preparare la ricetta tutto l’anno. 

Tagliatelle integrali con i funghi, la ricetta light


Ingredienti

400 g di tagliatelle integrali | 400 g di ricotta fresca | 80 g di funghi secchi - 250 g di funghi surgelati | Olio extravergine d’oliva - Mazzetto di prezzemolo - Sale - Pepe

Preparazione

  Preparate i funghi: lasciateli in ammollo in acqua calda. Dovrete attendere almeno 30 minuti. Nel frattempo cuocete la pasta in acqua salata e poi scolatela bene. Lasciatela raffreddare sotto l’acqua fredda in modo tale da lasciar abbassare l’indice glicemico.

  Saltate in padella i funghi secchi ammorbiditi con i funghi surgelati. Dovrete aggiungere all’interno della padella l’olio, il sale e il pepe. Aggiungete anche il prezzemolo e aggiungetelo solo all’ultimo momento per poter condire la pasta regalando un tocco di colore e di freschezza.

  Frullate la ricotta insieme a un paio di cucchiai di funghi, saltate la pasta raffreddata insieme ai funghi in padella per qualche minuto. Aggiungete anche la crema di ricotta, ma solo all’ultimo momento, badando bene di tenerla al caldo a bagnomaria per ottenere una specie di crema. Aggiungete prima di servire e decorate con del prezzemolo.

Amici del sistema immunitario, ipocalorici e ricchi di importanti nutrienti, i funghi contengono ferro, selenio, potassio, vitamine del gruppo B. Particolarmente indicate per il piatto sono le tagliatelle integrali: potrete anche seguire il consiglio di Marco Bianchi su come abbassare l’indice glicemico della pasta. Anche per i piatti caldi è sufficiente scolarla, lasciarla raffreddare e poi saltarla nel condimento poter poterla riscaldare. 

 

 

COCOTTE DI FUNGHI CON LA BESCIAMELLA

VELLUTATA DI FUNGHI AL MARSALA

TAGLIATELLE CON FUNGHI E VINO ROSSO