Spaghetti con calamari e pomodori secchi

Spread the love

spaghetti calamari pomodori secchi

La pasta per me è una passione. E se si tratta di spaghetti è ancora meglio. Gli spaghetti con calamari e pomodori secchi sono un piatto che in genere amo gustare in estate ma che non mi faccio mancare ogni volta che ne ho voglia. Pesci, molluschi e crostacei possono diventare protagonisti di condimenti squisiti che rendono gli spaghetti marinari una prelibatezza da intenditori. Quella dei calamari con i pomodori è una coppia nota, ma vi assicuro che anche i pomodori secchi danno il loro particolare tocco. Sono più gustosi, leggermente più salati e danno alla pasta un aspetto più asciutto e cremoso. Provate!
La cottura dei calamari non è complessa e anche la loro pulizia non richiede particolari abilità. Io li faccio sempre pulire dal pescivendolo ma in casa basta lavarli sotto l’acqua corrente, separare i tentacoli ed eliminare l’interno con l’eventuale lisca. La consistenza dei calamari è particolare, dunque vale la regola: cuoceteli bene ma non cuoceteli troppo. Se restano troppo in cottura, specialmente sulla griglia, diventano gommosi e duri.  Prima di aggiungere i pomodori secchi al condimento, fateli rinvenire in acqua tiepida per qualche minuto per renderli più teneri. Lasciateli in ammollo fino al momento di utilizzarli nella ricetta. Completate gli spaghetti con qualche foglia di basilico, rigorosamente spezzata con le mani per conservarne ntatto il profumo e l’aroma.

Se anche voi siete appassionati di spaghetti marinari, provate alcune delle nostre ricette: spaghetti con vongole a mare, spaghetti con le vongole classici, bucatini piccanti ai frutti di mare oppure la tradizionale ricetta degli spaghetti allo scoglio.

Lascia un commento