Rigatoni Cacio e Cannella

di pask 0

La cacio e pepe è sacra, ma ammettiamolo questa ricetta è presa in prestito da un grande (in tutti i sensi) della cucina italiana. Se lo chef Cannavacciuolo propone un’alternativa vegetariana del genere non possiamo far altro che riportarla in qualche modo per farla conoscere a quante più persone possibili. Certo la mentalità aperta non è da tutti ed effettivamente nella ricetta in questione è presente sia il cacio che il pepe. L’unica novità aggiunta è la cannella che potrebbe dare un tocco particolare ed inaspettato al piatto. Volete contraddire lo chef? Guai vostri. No davvero dai, scherzi a parte bisogna assolutamente provare questo piatto per constatare la sicura bontà di cui è plasmato.

LISTA INGREDIENTI per 4 persone:

Per salsa al pecorino

  • 150ml di brodo vegetale
  • 180g di pecorino
  • 50g di burro
  • olio evo
  • sale e pepe q. b.

Per i rigatoni

  • 360g di pasta formato rigatoni
  • 50g di cacio grattugiato
  • cannella in polvere q. b.
  • noce di burro
  • sale q. b.

LA PREPARAZIONE

Per la salsa al pecorino

  1. Far raggiungere la temperatura di 50°C al brodo vegetale dentro una casseruola, aggiungere il pecorino e scioglierlo completamente a fuoco lento per 20minuti. Versare il tutto in un frullatore e frullare alla massima potenza (consigliato frullatore ad immersione) aggiungendo il burro, l’olio ed aggiustando con sale e pepe. Fate raffreddare il composto e prima di usare la salsa si consiglia un’altra passata di frullatore.

Per la pasta

  1. Cuocere i rigatoni ed intanto preparate la cannella tostata facendola andare in padella a fuoco molto lento. Quando sentirete i profumi sprigionarsi unite la noce di burro ed un mestolino di acqua di cottura per amalgamare il tutto.
  2. A metà cottura della pasta scolate conservando ancora l’acqua. Spostate la pasta nella crema di cannella che si è venuta a creare e terminate la cottura utilizzando l’acqua conservata se necessario. Finita la cottura al dente spostate tutto nella salsa al pecorino stemperata anch’essa con un po’ d’acqua di cottura della pasta. Guarnire con il pecorino grattugiato e sistemate di sale se necessario.
  3. Per servire si consiglia piatto fondo, salsa al pecorino versata sopra (tenetela da parte prima) un filo d’olio e spolverata di canella. Il piatto è pronto, buon appetito!

FONTE: libro ricette vegetariane dello chef Antonino Cannavacciuolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>