Nutella vegana, ricetta facile

Spread the love

nutella vegana

Sapevate che si può meravigliosa Nutella vegana fatta in casa? Io non avevo idea che fosse possibile ma da tanto tempo cercavo un modo per creare una crema spalmabile alle nocciole genuina, fatta da me, senza ingredienti strani e preparazioni industriali. Insomma, qualcosa di goloso ma di completamente salutare. Gironzolando per il web ho scovato questa versione facilissima della Nutella vegana e oggi ve la propongo perchè è davvero semplicissima da fare e molto golosa. Io l’ho preparata in pochi minuti e l’ho conservata in un barattolino in frigo, per evitare che vada a male visto che non contiene nessun tipo di conservante. Non saprei dirvi la mia soddisfazione: è squisita!

La Nutella vegana contiene solo cioccolato, nocciole, zucchero di canna, latte di soia  e olio di semi di girasole. Oltre ad essere assolutamente naturale e genuina è anche abbastanza povera di grassi dannosi, perchè le dosi dell’olio sono minime. Avrete notato che con questi ingredienti essenziali, la ricetta della nutella vegana è perfetta anche per chi soffre di celiachia o di intolleranza al lattosio. Insomma, è una ricetta versatile adatta a tutti. Il latte di soia che ho utilizzato per la mia ricetta è quello aromatizzato alla vaniglia. Se non riuscite a trovare il latte di soia alla vaniglia, potete farlo voi in casa. Scaldate leggermente il latte, aprite una bacca di vaniglia, togliete un pizzico di semi con la punta di un cucchiaino e amalgamatelo al latte tiepido.

Vi piacciono le ricette vegane? Date un’occhiata ai fusilli cilentani al sugo di verdure, polpette di orzo e insalata vegana con avocado.

2 commenti su “Nutella vegana, ricetta facile”

    • @ERIKA: Ciao Erika. Puoi usare un altro olio di semi, purchè non sia quello di semi di soia perchè ha un odore molto forte. In generale, si consiglia quello di girasole nei dolci perchè è un olio che non ha nessun odore e nessun particolare retrogusto e in questo modo non rischi di rovinare le preparazioni con aromi sgradevoli. Credo però che in questo caso anche un olio di semi di mais potrebbe andar bene 😉

Lascia un commento