Expo2015, frijoles cubani, ricetta

di Ishtar 0



Per la serie ricette dal Mondo per Expo2015 parliamo oggi dei frijoles cubani. Essi costituiscono un piatto unico della cucina di Cuba, tra i paesi protagonisti dell’evento più discusso dell’anno. I frijoles cubani altro non sono che dei fagioli neri in umido serviti su un letto di riso cotto semplicemente a vapore e generalmente accompagnati dai platanos fritos, ovvero le banane tropicali fritte.

Frijoles cubani


Ingredienti

1/2 chilo di fagioli neri | 1 cipolla tritata | 1 peperone rosso | 1 peperone verde | 2 foglie di alloro | 1 cucchiaino di paprica | 1 cucchiaino di cumino | 1 cucchiaio di origano secco | 2 peperoncini tritati | 3 spicchi d'aglio tritati | 1/4 di tazza di aceto balsamico | sale e pepe

Preparazione

  Mettere a bagno i fagioli la sera precedente in acqua fredda. Il giorno seguente sciacquarli e trasferirli in una pentola grande.

  Unire il pepe, le foglie di alloro, la paprica, il cumino, l'origano, i peperoni a pezzetti ed i peperoncini. Accendere la fiamma e coprire con acqua. Portare ad ebollizione ed abbassare la fiamma quindi cuocere per 1 ora e 1/2 circa.

  Non appena cotti condire i fagioli con l'aceto balsamico, regolare di sale e pepe e servie caldi.

La ricetta dei fagioli neri alla cubana è piuttosto semplice e regala una pietanza ricca, che per i cubani rappresenta uno dei piatti più comuni. Fondamentale sarà però mettere a bagno in acqua fredda, la sera precedente, i fagioli affinchè siano pronti il giorno dopo per una cottura impeccabile. I frijoles cubani, che in fin dei conti possono essere considerati una vera e propria zuppa, si realizzano con l’aggiunta di peperoni e molte spezie: tra queste la paprika ed il cumino, ma anche l’alloro, l’origano secco e del pepe a piacere.

Ideali nelle stagioni fredde, possono tuttavia essere gustati in estate, magari serviti tiepidi. Questa e tante altre ricette appartenenti alla cucina cubana vi aspettano ad Expo2015. Non perdete l’occasione di assaporarle tutte. In alternativa continuate a seguire le ricette di Expo Milano e visitate il sito ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>