Ravioli di ricotta e spinaci sardi

di Ishtar 0



I ravioli di ricotta e spinaci sardi, noti anche come cullungiones, non sono altro che un primo piatto di pasta fresca ripiena tutto da gustare. Una farcia cremosa e delicata realizzata con ricotta fresca e spinaci appena lessati pronta a sprigionarsi al primo morso. Si tratta di un tipo di pasta ripiena che si presta ad essere condita con diversi sughi e salse: la mia preferita è quella di pomodoro fresco, anche se il mio debole rimane per salvia, burro e parmigiano.

ravioli di ricotta e spinaci sardi


Ingredienti

Per la pasta: 1 kg di farina | 2 uova | acqua tiepida qb | Per il ripieno: 300 gr di spinaci lessi | 600 gr di ricotta | 2 uova | prezzemolo | 4 cucchiai di parmigiano reggiano | noce moscata | sale e pepe

Preparazione

  Preparare la sfoglia fresca all'uovo impastando le uova con la farina e tanta acqua quanti basta per ottenere un composto sodo ed omogeneo. Fare riposare mentre si prepara il ripieno.

  Tritare gli spinaci e lavorare la ricotta con il parmigiano, la noce moscata, il sale e il pepe. Unire la verdura e mescolare ancora.

  Adesos stendere la pasta e porre ben distanziati dei mucchietti di ripieno quindi sovrapporre la pasta e ricavare i ravioli.

  Ritagliarli con l'apposita rotellina e spolverare, man mano, con della farina. Lessare in acqua bollente salata e condire a piacere.

Unica accortezza sta nella delicatezza da riservare al momento in cui andrete a scolare la pasta: andrà tirata su con molta attenzione, per evitare che i ravioli si rompano ed il ripieno fuoriesca irrimediabilmente. In alcune ricette gli spinaci vengono sostiuiti o affiancati dalle biete. Per il resto nulla da aggiungere se non che si tratti di uno di quei piatti della tradizione dal sapore incommensurabile. Provate anche i ravioli al pesto di nocciole e mascarpone, i ravioli di patate e mortadella di Alessandra Spisni e i ravioli al pesto di spinaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>