Onigiri, le polpette di riso giapponesi

di Fabiana Commenta



Si chiamano onigiri e sono le tradizionali polpette di riso giapponese: la caratteristica è data dalla presenza delle alghe nori in fogli. Si tratta di alghe nere che vengono utilizzate per poter decorare le vostre polpettone di riso in forma triangolare.

La farcitura interna invece potrà essere di diverso tipo, perché potrà essere vegetariana con le verdure oppure in alternativa con salmone e con tonno.

Onigiri, le polpette di riso giapponesi


Ingredienti

80 g di riso per porzione | foglie di alga nori | filetto di salmone da 50 grammi e due cucchiai di tonno essiccato

Preparazione

  Preparate il riso seguendo la cottura tradizionale e poi lasciatelo in caldo. Nel frattempo preparate anche i condimenti. Preparate il salmone: lasciate scottare in padella il vostro filetto salandolo leggermente su entrambi i lati e poi lasciate raffreddarlo avvolto nella pellicola per 30 minuti.

  Al momento di doverlo utilizzare, tagliate il salmone a pezzettini per tenerlo pronto per la preparazione. Aggiungete un paio di cucchiaini di tonno essiccato (Kastuobushi), mescolandolo insieme a un cucchiaino di salsa di soia. 

  Ora preparate quattro ciotole diverse. In una sistemate l’acqua, nella seconda sistemate il sale, nella terza le alghe nori, nella quarta il ripieno. Bagnate le mani con l’acqua nella ciotola, prendete un pizzico di sale fino e sfregare leggermente perché in questo modo il riso non si attaccherà alla mano e potrete lavorarlo in modo più agevole.

  Prelevate una porzione di riso all’interno del palmo di una mano: formate una pallina e poi bucatela al centro arrivando con il dito fino a metà. Aggiungete all’interno un po’ di ripieno di salmone e poi tonno essiccato.

  Chiudete il vostro onigiri cercando di creare una forma triangolare. Non appena creata la forma prendete un pezzo di alga Nori e avvolgetela alla base del triangolo e l’alga aderirà al riso bagnato.

La preparazione degli onigiri è molto semplice perché in sostanza va preparato il riso, inserita la farcitura all’interno e poi la polpetta va avvolta all’interno dell’alga nori. Se preferite l’alga croccante dovrete aggiungerla solo all’ultimo momento perché altrimenti rischia di assorbire l’umidità del riso.

POLPETTE DI AGNELLO 

POLPETTE ALLA BOLOGNESE

POLPETTE VEGETARIANE, LA RICETTA DI CSABA