Pollo fritto, la ricetta americana per il 4 luglio

di Fabiana 0



È croccante fuori, ma resta morbido e molto gustoso: parliamo ovviamente del pollo fritto americano, una vera delizia tutta da gustare almeno una volta nella vita.

E quale migliore occasione se non la giornata del 4 luglio, giorno dell’Indipendenza americana per poterlo gustare?  Certo, non si tratta di un piatto esattamente poco calorico o indicato per chi è a dieta, ma è veramente sfizioso, adatto anche a un picnic con le belle giornate estive.

Pollo fritto, la ricetta americana per il 4 luglio


Ingredienti

1 pollo tagliato a pezzi | 1/2 litro di latticello (metà latte, metà yogurt e qualche goccia di succo di limone) | 2 cucchiai di sale - 3 spicchi d’aglio - 1/2 cucchiaino di pepe nero macinato - 2 cucchiai di paprika - 1 cucchiaino di peperoncino | 300 g di farina | 500 g di strutto per friggere

Preparazione

   Dividete il pollo in pezzi e poi trasferitelo in ammollo nel latticello, aggiungete un cucchiaio di sale, gli spicchi d’aglio e mescolate bene.

   Coprite e lasciate in frigorifero per almeno 8 ore perché dovrà insaporirsi per ben. Togliete dal frigorifero il pollo e poi scolatelo.

   Fai sciogliere lo strutto in una padella. Prendete una ciotola ampia e mescolatevi all’interno la farina, un cucchiaio di sale, il pepe, la paprika e il peperoncino, mescolate e passatevi all’interno i vostri pezzi di pollo.

   Lasciate friggere i vostri pezzi di pollo a fuoco vivace e rigirateli spesso, toglieteli dalla padella e poi serviteli.

Uno dei trucchi per poter realizzare un pollo fritto americano all’altezza della situazione ovviamente è la lunga macinatura nel latticello che garantisce la presenza di una carne tenera, ma al metro stesso saporita. E visto che il latticello non è proprio così usuale nella nostra cucina, non disperate.

Potrete realizzarlo direttamente voi in casa mescolando un parte di latte, una parte di yogurt, qualche goccia di succo di limone: mescolate tutto e il vostro latticello fai da te è pronto.

Altro trucco indispensabile è quello di friggere il pollo nello strutto e fino a tre quarti dell’altezza.

Tenete anche conto che la temperatura dello strutto deve essere giusta, intorno ai 160 gradi per garantire la croccantezza esterna e anche la cottura interna.

BOCCONCINI DI POLLO AL LIME

POLLO ALLA CACCIATORA

STRACCETTI DI POLLO ALLA SORRENTINA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>