Giuggiole sotto spirito, un ottimo digestivo

giuggiolespirito

TEMPO: 30 minuti + tempo macerazione| COSTO: medio| DIFFICOLTA’: difficile

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: NO | BAMBINI: NO


Abbiamo già incontrato le giuggiole in passato, concentrandoci sulla loro estrema dolcezza e quindi preparando qualcosa di molto adatto nella preparazione di dessert e dolci, la marmellata di giuggiole. In questa ricetta invece andiamo su un argomento completamente diverso, i digestivi e ciò che possiamo preparare in casa da soli.

Tutti conoscono qualcuno che sa fare il limoncello in casa, così come il fragolino o qualche altro liquore o digestivo più comune, questa ricetta invece vi garantisce una certa originalità, visto che non parliamo del più classico brodo di giuggiole, che oltretutto non so se sanno preparare in molti, ma di un vero e proprio liquore, dal doppio utilizzo, che avrà però bisogno di 6 mesi di macerazione.

Una volta pronto non solo sarà ottimo da sorseggiare, soprattutto se amate i sapori dolci anche per gli amari di fine pasto, ma le giuggiole saranno la vera innovazione, infatti esse stesse, più del liquore da loro ricavato, avranno proprietà digestive, potrete presentarle ai vostri ospiti in un piattino o in una ciotolina e loro potranno mangiarne un paio per avere un dolcissimo effetto digestivo.

Giuggiole sotto spirito

Ingredienti:

450gr. di giuggiole ben mature | 40cl di alcool a 95° | 200gr. di zucchero | la buccia di 1/4 di limone | 1 pizzico di corteccia frantumata di vaniglia


LA PREPARAZIONE:

  1. Tagliate la buccia del limone in listarelle molto sottili. Strofinate le giuggiole con un telo e poi disponetele in un vaso o in un ampio barattolo, della capoenza di circa 1kg, e  che abbia la chiusura perfettamente ermetica.

  2. Aggiungete lo zucchero, le scorzette di limone e 10cl di alcool nel barattolo in cui sono le giuggiole, unite anche il pezzetto di vaniglia e poi chiudete ermeticamente. Sistemate il vaso in un posto in cui possa prendere molta luce, agitatelo ogni tanto e tenetelo lì fino alla completa soluzione dello zucchero.

  3. A questo punto aggiungete il resto dell’alcool, agitate bene e ponete il vaso in cantina o comunque in un luogo fresco, lasciando stagionare le giuggiole almeno per 6 mesi.

  4. Trascorso questo tempo avrete ottenuto un liquore del grado alcoolico di circa 42°, e inoltre le giuggiole sotto spirito saranno un ottimo digestivo, dal sapore particolare e dolce.

[photo courtesy of Furistic]

4 commenti su “Giuggiole sotto spirito, un ottimo digestivo”

    • Personalmente, quando bevo un amaro dopo un pasto, soprattutto se non lo bevo subito ma dopo un po’, sento l’effetto del favorire la digestione…. favorire, non che ti fa digerire un intero pranzo da matrimonio senza problemi!! Per di più ho un libro sulle erbe e su preparazioni di tutte le portate che le comprendono, e nella sezione liquori e sciroppi i primi sono spesso indicati come digestivi…. ma è chiaro che qualcuno, o molti, possano trovare anche i liquori intesi come digestivi assolutamente non degni di questo nome!

Lascia un commento