Cenone di Capodanno 2013 all’insegna del Made in Italy

di Ishtar 0

Ci siamo, ci accingiamo a salutare il 2012. Sia nel caso in cui sia stato un anno felice pieno di soddisfazioni o meno, stasera accoglieremo il nuovo anno, nella maggior parte dei casi, tra le mura domestiche. Ben quasi quattro italiani su cinque, così come ci fa sapere la Coldiretti attraverso un’indagine condotta in collaborazione con Swg, aspetteranno il 2013 a tavola di fronte una cena casalinga. Si stima che la spesa per il cenone di Capodanno veda un calo del 3% rispetto allo scorso anno.

Sempre secondo l’indagine, le famiglie prediligeranno, come da tradizione, le lenticchie, uno dei prodotti del territorio, probabilmente come augurio di tempi migliori da un lato e per contenere i costi dall’altro. Saranno molti infatti i prodotti made in Italy presenti sulle tavole degli italiani. Quelli più gettonati saranno il cotechino con un aumento dell’8%, le già citate lenticchie, più 14 %, la frutta di stagione, 15 %, in contrapposizione al minor utilizzo di quella prettamente estiva come le ciliegie e l’ananas che comporterebbero costi decisamente più elevati, ed infine lo spumante, più 20%.

Quest’ultimo, preferito allo champagne, che vedrà un calo dell’1%, come ogni anno d’altronde, si conferma protagonista indiscusso del tradizionale brindisi di mezzanotte. Quest’anno verrà bevuto da 44 milioni di italiani. Anche il panettone gustato nell’80% dei casi farà la sua parte, più del pandoro, 68%.

Un Capodanno questo, all’insegna del made in Italy quindi, caratterizzato dai piatti della cucina italiana in perfetta sintonia con le tradizioni e con un occhio particolare al portafoglio. Niente ostriche, nè caviale, nè champagne, addio quindi alle mode esterofile che vengono messe da parte in favore degli alimenti del territorio nazionale apprezzati in tutto il mondo, ciò sottolineato dal fatto che “le nostre esportazioni nel 2012 hanno raggiunto il valore record di 31 miliardi di euro (+ 5 per cento)”, come afferma il presidente della Coldiretti Sergio Marini. In definitiva le famiglie sceglieranno un cenone anti-crisi contando su un budget che oscillerà tra i 20 e 25 euro a persona.

Foto courtesy of Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>