San Valentino, i superfood da scegliere

di Fabiana Commenta

Pronti per la cena di San Valentino? Spazio alla bontà con tanti prodotti scelti appositamente per l’occasione e che magari vantano qualche proprietà afrodisiaca, ma l’importante è che si tratti anche di superfood versatili. 

La cena di San Valentino deve essere appetitosa, ma all’insegna della leggerezza, magari arricchita con tanti superfood per rendere ancora più speciali le vostre ricette. 

san valentino, dolce petali di rosa, dolci di san valentino

La Coldiretti segnala anche quest’anno una serie di ingredienti particolarmente tipici che possono essere utilizzati per arricchire ogni ricetta oppure che possono essere acquistati nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica. 

Spazio come sempre alle spezie per eccellenza, lo zenzero, la curcuma dal sapore orientale e che si confermano come le spezie fra le più apprezzate della tradizione contadina Made in Italy.

Non possono poi mancare i grandi alleati italiani, il peperoncino,  ottimo per la preparazione di piatti salati, ma anche dolci (come ad esempio i dolci con il cioccolato al peperoncino) afrodisiaco per eccellenza e il pregiato zafferano coltivato anche in Italia, ma anche il miele e il costoso tartufo.

Meglio invece evitare per l’occasione i classici aglio e cipolla e gettarsi invece alla scoperta di tanti ingredienti tradizionali e magari poco conosciuti come ad esempio il cinipi, una specie di incrocio fra rapa, cicoria e asparago, e il verrùch, un’insalata verde amarognola. 

Dalla Sicilia arrivano invece il finocchietto selvatico, il pistacchio della città di Bronte, il sedano.

I frutti del giuggiolo sono invece l’ingrediente primario per la preparazione del brodo di giuggiole, un liquore dolce che si prepara in Veneto e in Romagna.