Spaghetti all’acquapazza, la ricetta campana

di Fabiana 0



Quando sentiamo parlare di acquapazza generalmente pensiamo subito al pesce all’acquapazza, ma oggi ravviviamo la proposta con la ricetta degli spaghetti all’acquapazza. È un piatto della tradizione povera campana che viene preparato utilizzando pochi, ma indispensabili ingredienti, olio, aglio e pomodorini, praticamente tutti ingredienti reperibili in casa in qualsiasi momento della giornata.

Sembra che il piatto sia stato inventato dai pescatori campani che a bordo dei pescherecci li preparavano con i piccoli pesci che avevano a disposizione e che non avrebbero potuto rivendere. Come spesso accade, la ricetta si è evoluta nel corso del tempo e adesso viene preparata anche con pesci pregiati di diverso tipo, dalle orate alle spigole.

Per preparare la pasta dovrete anche preparare il fumetto di pesce utilizzando gli scarti dell’orata. Fare scaldare l’olio in una pentola con uno spicchio di aglio, aggiungete una cipolla tagliata a fette e poi lasciate soffriggere. Aggiungete gli scarti del pesce (rispetto ai filetti tagliati a dadini) aggiungete il vino bianco e lasciate sfumare.

Spaghetti all’acquapazza, la ricetta campana


Ingredienti

Spaghetti 400 grammi | 800 grammi di orata a filetti | 500 grammi di pomodorini pachino | Mezza cipolla - uno spicchio di aglio - prezzemolo fresco | Fumetto - olio - sale e pepe

Preparazione

  Preparate i filetti di orata. Tagliate il pesce a cubetti piccoli delle stesse dimensioni e poi lasciateli da parte. Coprite con acqua, aggiungete pepe, prezzemolo, sale e lasciate cuocere per circa 30 minuti con il coperchio. Filtrate il fumetto con un colino e utilizzatelo.

  Mettete a bollire in una pentola abbondante acqua salata e poi lavate i pomodorini e tagliateli a spicchi.

  Prendete una padella, riscaldatevi un po’ di olio all’interno e versatevi all’interno anche la cipolla tritata e l’aglio. Quando saranno rosolati aggiungete anche i pomodorini tagliati e poi lasciateli cuocere per un paio di minuti a fiamma moderata.

  Ora aggiungete anche i dadini di pesce preparato e poi sfumate con il vino bianco. Aggiungete anche il fumetto di pesce ancora caldo e poi aggiungete anche il sale e il pepe. Terminate con del prezzemolo tritato.

  Non appena avrà raggiunto il bollore, versate gli spaghetti nella pentola e lasciateli cuocere al dente.

  Versate la pasta nella padella e poi mescolatela nel sugo per farla insaporire. Alzate la fiamma al massimo e mescolate per lasciar insaporire meglio la pasta e servitela con del prezzemolo tritato fresco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>