Chiacchiere al forno, la variante più leggera

 

24 gennaio 2010
8 commenti
chiacchiere


Avete voglia di cimentarvi nella preparazione dei dolci di Carnevale, ma non avete voglia di friggere? E chi l'ha detto che per gustare le chiacchere bisogna necessariamente mettere sul fuoco la pentola con l'olio e profumare deliziosamente la nostra cucina di puzza di frittura? Le chiacchiere possono anche essere cotte al forno e la ricetta di questo articolo è perfetta per portare avanti la vostra missione. Questa versione è sicuramente molto più leggera e meno calorica ed in più regala la soddisfazione di assaporare dei dolci di carnevale senza perdere troppo tempo ai fornelli.


Chiacchere al forno


350 gr. farina 00 | 80 gr. zucchero | 40 gr. burro | 2 cl. olio extravergine d'oliva | 2 cucchiaio brandy | 1/2 cucchiaino di lievito vanigliato in polvere | 1 pizzico sale | zucchero a velo per spolverare
Fare la fontana con la farina, aggiungere lo zucchero, il burro ammorbidito, l'olio, il sale, il lievito in polvere e, a piacere, una grattatina di scorza di limone non trattato oppure un pizzico di cannella o vanillina etc. a seconda del gusto personale.
Unire gli altri ingredienti (volendo si può aggiungere 15 gr di burro per aumentare la friabilità finale).
Pian piano legate il tutto aggiungendo il brandy (o grappa, o cognac) fino ad ottenere un impasto non morbido, del tipo che si stende con un pò di fatica; impastate bene, formare una palla e lasciate riposare in frigo almeno tre quarti d'ora avvolta nella pellicola.
Stendete poi la pasta, in sfoglia sottilissima, con il mattarello o con la macchina della pasta all'uovo (uno spessore eccessivo le rende dure).
Sul piano da lavoro infarinato, ritagliate dalla sfoglia le classiche frappe a strisce con l'aiuto della rotella, disponetele su una teglia foderata di carta da forno e infornate in forno preriscaldato a 160-170 gradi per circa 15 minuti, finché non saranno dorate.
Estratte dal forno ed appena smaltito il bollore della cottura, le frappe assumeranno la classica croccantezza. Disponete infine le frappe su un vassoio e spolverizzare con zucchero a velo.

Non so se è lo stesso per voi, ma friggere alla lunga diventa snervante, tralasciando l’aspetto salutistico, oltre che per la meccanicità dell’operazione (= star li decine di minuti a far sempre la stessa cosa), anche per il brutto odore che rimane per ore sia in cucina che addosso a noi. Ecco perchè optando per la cottura in forno sono ugualmente soddisfatta. E se volete ottenere delle chiacchiere al forno ancora più gustose riempitele di marmellata o di nutella, acquisteranno in golosità.  Vi basterà stendere la sfoglia con la macchinetta per la pasta, tagliare in rettangoli di circa 10x6cm e  mettere al centro 1 cucchiaino non troppon abbondante di nutella o di marmellata nel gusto che preferite, e avvolgerle come caramelle avendo cura di chiudere bene per non far uscire il ripieno. Ovviamente ogni regione, ma anche ogni paese ha la sua versione della ricetta delle chiacchiere, che a seconda della posizione geografica prendono nomi diversi: frappe, frappole, budie, crostoli, e chi più ne ha più ne metta. Dimenticavo,  nulla vieta, se preferite, di utilizzare questa ricetta per preparare le chiacchere fritte. Nel caso che scegliate il primo o il secondo metodo di cottura, una volta cotte spolveratele con abbondante zucchero a velo vanigliato, e, se vi piace con un pizzico di cannella.

[photo courtesy of Caleb Lost]

Articoli Correlati
Chiacchiere senza glutine

Chiacchiere senza glutine

Anche chi soffre di intolleranza al glutine questo Carnevale potrà godersi le chiacchiere senza glutine della nostra ricetta di oggi. Si tratta di un semplice procedimento che vi permetterà di […]

Ricette bimby, chiacchiere per carnevale

Ricette bimby, chiacchiere per carnevale

Ieri abbiamo preparato insieme delle ottime frittelle utilizzando il bimby e oggi invece faremo un altro buonissimo dolce. Ho deciso di restare in tema: il carnevale è nel vivo in […]

Dolci di Carnevale, le chiacchiere al cacao

Dolci di Carnevale, le chiacchiere al cacao

Stanchi delle solite, classiche, chiacchiere o frappe di Carnevale? Allora cerchiamo di rinnovare questa ricetta classica del Carnevale aggiungendo il cacao, un’alternativa che piacerà di sicuro ai più golosi. Le chiacchiere al cacao […]

Le chiacchiere, dolcezze per grandi e piccini

Le chiacchiere, dolcezze per grandi e piccini

Le chiacchiere sono dei dolci che non abbiniamo mai a questo periodo dell’anno. Tipiche del Carnevale sono dolcetti che vengono preparati praticamente in tutte le regioni italiane, con moltissimi nomi […]

Carnevale Napoletano: le Chiacchiere

Carnevale Napoletano: le Chiacchiere

Le chiacchiere, note anche come cenci, frappe, bugie, cioffe, fiocchetti e qualche altro simpatico nome, sono i classici dolci di Carnevale, che prendono il nome di chiacchiere, in questo caso […]

Lista Commenti
  • fulvia

    sono molto golosa dei dolci di carnevale,frittelle ecc. ,ho voluto provare questa variante al forno…….non si assomigliano neanche lontanamente alle frittelle cotte nell olio,sono dei buoni biscottini!!!! da anni sostengo che nn possono essere somiglianti x che pur usando lo stesso impasto ma cotto una parte al forno e una parte nell olio si avranno 2 risultati diversi. come se si cuocesse un pezzo di carne lessa e l altra arrosto,,,,,quindi nn chiamatele più FRITTELLE AL FORNO,ma BISCOTTI CON FORMA DI FRITTELLA….

  • Ishtar

    @ fulvia:
    Ciao Fulvia, concordo con te sul fatto che la resa dell’impasto da fritto e da cotto in forno sia differente. Però trattandosi dello stesso impasto (che non è un impasto per biscotti) non possiamo chiamarlo così. Purtroppo se vogliamo ottenere leggerezza da un dolce in generale, ma soprattutto se si tratta di dolci carnevaleschi, dobbiamo scendere a compromessi, non potremo mai ottenere lo stesso risultato. Hai provato a cuocerli un pò di più in modo che raggiungano la giusta croccantezza? Ti ringrazio comunque per il tuo commento. Buona serata :)

  • simona

    ho provato a fare l’impasto, ma è risultato solo farinoso…. ho aggiunto due uova e l’impasto sembra migliorato…
    adesso proverò a cuocerle e poi ti dirò!! grazie

  • simona

    no…. non sono venute per niente bene.. sono dei discreti biscotti, ma non assomigliano per niente alle bugie. peccato…. però non andranno sprecate….

  • Ishtar

    @ simona:
    Ciao Sioma, mi spiace che il risultato non sia stato all’altezza delle tue aspettative. Purtroppo la cottura dei dolci di carnevale in generale prevede la frittura. Ovviamente cuocere in forno le chiacchere rende questi dolci “biscottati”. Però il sapore, almeno secondo i miei gusti, non è affatto da sottovalutare :)

  • valentina

    Ciao a tutti…….anche per me idem……impasto farinoso e adesso stavo pensando di aggiungere uova o latte…ma si vede gia’ che e’ impasto da biscotto…..uf……..

  • Ishtar

    @ valentina:
    Ciao Valentina, come ho detto anche agli altri, è proprio prerogativa di questo tipo di chiacchere che vengano “biscottate” per via della cottura in forno. Buona notte :)

  • Franca

    Golosissima ma………molto pigra . Gentilmente inviate i ricette facilissime. Grazie