Almond Cake, la torta di mandorle all’americana

di Roberto 5

Il mandorlo è una pianta originaria dell’Asia, ma il merito di averla piantata e diffusa nel territorio italiano va tutto attribuito ai Romani, che da veri buongustai, apprezzavano il seme di questa pianta, dalla forma allungata e di color avorio, la mandorla.

Chissa però quanti bocconi amari avranno dovuto mandar giù prima di diffondere l’albero di mandorle, infatti, la mandorla dolce, quella che usiamo abitualmente in cucina, ha una sorella, la mandorla amara, che viene usata prevalentemente in farmacia o per la produzione di profumi.

La mandorla oggi è un ingrediente insostituibile della pasticceria mediterranea, la pasta di mandorle, ad esempio, è un elemento che viene usato nella pasticceria francese e tedesca, come in quella siciliana.


Le mandorle sono comunemente usate anche nella cucina d’oltreoceano, tra i dolci statunitensi compare l’Almond Cake, una torta alle mandorle che negli States viene accompagnata abitualmente con della panna liquida, servita a parte in una salsiera, in modo tale che ognuno possa dosarla a proprio piacimento. Ecco la ricetta.

Almond Cake (ingredienti per 6-8 persone)
  • 250gr di mandorle pelate
  • 135gr di burro
  • 300gr di zucchero a velo
  • 7 uova
  • 1 cucchiaio di essenza di rose
  • 120gr di farina 00
  • sale
  • un po’ di farina per la teglia

Preparazione:
tritate le mandorle con un tritatutto, poi passate il trito in un mortaio e pestatelo in modo da ottenere un composto piuttosto fine, se necessario aggiungete un po’ d’acqua per evitare che le mandorle emettano l’olio.

Mettete il burro in una terrina insieme allo zucchero a velo, lavorate il tutto con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto ben spumoso.

Separate i tuorli delle uova dagli albumi e versateli uno alla volta nello zucchero a velo, e poco per volta versate anche tutte le mandorle triturate. Amalgamate il tutto versando lentamente l’essenza di rose.

Montate gli albumi a neve ben soda mettendo un pizzico di sale, ed infine incorporateli delicatamente con il resto degli ingredienti.

Adesso imburrate una teglia ed infarinatela, capovolgetela e sbattetela leggermente per eliminare la farina in eccesso, quindi versatevi tutto l’impasto e spargetelo im modo omogeneo.

Adesso non resta che mettere la teglia in forno ed attendere per circa 40 minuti. Al termine del tempo, per accertarvi che la torta sia pronta, basterà infilarvi uno stecchino, se questo uscirà asciutto, la torta sarà cotta. Lasciatela raffreddare e servite in tavola.

  • Ciao, oggi ho preparato una torta seguendo la ricetta che mi avete suggerito:La torta allo jogurt con cioccolata.
    Io conosco molto bene quella tradizionale allo jogurt ed ho voluto aggiungere il cioccolato fondente che avevo da un pò di tempo in dispensa.
    Ho sciolto a bagnomaria il cioccolato e poi ho seguito secondo la ricetta.
    L’aspetto è bellissimo, a pranzo cureremo l’aspetto bontà.Grazie

  • Roberto Di Trapani

    Aspettavo notizie sull’aspetto bontà? Spero che l’apparenza non vi abbia ingannato! 🙂
    Saluti!

  • @ Roberto Di Trapani:Ciao Roberto ,la torta era buonissima, era poco il cioccolato ma ha avuto lo stesso un successo strepitoso.
    Inizialmente ero perplessa all’aggiunta del cioccolato, era un abbinamento di gusto per me strano..jogurt ai frutti di bosco….cioccolata…,invece si è rivelato ottimo. Grazie

  • Pingback: Prepariamo il marzapane per decorare la torta di nozze | Torte al Cioccolato()

  • Pingback: La glassatura dei dolci: i vari modi per guarnire le vostre torte | Ginger & Tomato()