Come cucinare l’uovo alla coque

Noi di Ginger abbiamo più volte sottolineato come le preparazioni apparentemente più semplici siano talvolta complicate nella realizzazione, basti pensare ad un uovo al tegamino. Niente di più facile no? Invece è necessario seguire una serie di indicazioni altrimenti otterrete un uovo strapazzato o un rosso rotto o un bianco bruciacchiato. Altrettanto precisa deve essere la preparazione di un uovo alla coque, i cui tempi di cottura vanno rispettati precisamente altrimenti avrete un uovo sodo o non del tutto cotto.

Quando parliamo di uova intendiamo generalmente quelle di gallina, ma ne esitono anche altre in commercio, altrettanto adatte alle vostre ricette. Le uova di quaglia per esempio, più piccole di quelle di gallina, posso essere cotte anche alla coque o al tegamino, anche se il loro impiego migliore è quello di servirle sode come antipasto o in un’insalata. Anche le uova di anatra possono essere cotte alla coque e sono rinomate per essere particolarmente saporite.

La cottura alla coque è la soluzione più breve per mangiare un uovo quanto a tempi di cottura che possono variare dai due minuti e mezzo ai 3 minuti e mezzo, a seconda di come preferite l’albume. Per prepararlo in modo perfetto basta seguire alcune indicazioni.


L’uovo deve essere a temperatura ambiente; se l’uovo è appena tolto dal frigorifero a contatto con l’acqua bollente potrebbe rompersi, compromettendo la perfetta riuscita della cottura. Un consiglio in caso di rottura del guscio? Se aggiungete mezzo cucchiaio di aceto l’albume “coagula” e risarcisce la “ferita”. L’uovo va appunto immerso in acqua bollente (mentre se lo volete sodo potete immergerlo nell’acqua quando è ancora fredda). Dal momento che l’acqua bolle abbassate la fiamma e, una volta trascorso il tempo necessario, passatelo sotto l’acqua fredda per poi servirlo nel guscio in un portauovo e consumarlo con un cucchiaino dopo avervi dato una spolverata di sale e pepe.
portauovaQuesta preparazione non solo è la più veloce, ma è anche la più amata dai bambini, grazie anche alla varietà di portauovo divertenti e colorati. Molto divertenti quelli di Alessi, a forma di pesce o di omini buffi.