Abbinamento vino con minestrone o zuppe

di Redazione 0

vino, abbinamento vino cibo, Guida ai Vini d'Italia

L’abbinamento vino-minestrone (o con altre zuppe) in tavola sembra facile, ma non lo è. In queste ricette della tradizione italiana sono presenti parecchi ingredienti all’interno di ciascun piatto che richiedono particolari attenzioni. Il minestrone o zuppa di verdure che dir si voglia è uno dei punti di forza della cucina mediterranea. Servire una crema o una minestra agli ospiti è considerato sempre molto elegante, ma a volte è molto difficile abbinare un vino. Gli ingredienti principali solitamente sono verdure ed ortaggi, a cui si aggiungono erbe eromatiche e spezie, in altri casi salumi ed insaccati il tutto cosparso dall’immancabile formaggio grattuggiato. Il nostro compito adesso è indiviuare quali sono i vini che meglio si abbinano.

Abbinamento vino e minestrone di verdure

La composizione del minestrone varia da zona a zona ma in linea di massima si tratta sempre di una zuppa più o meno liquida a base di ortaggi misti. Il condimento è in genere olio extravergine d’oliva. Il vino da abbinare dovrà dunque essere abbastanza delicato, magari bianco e giovane, che generalmente è meno corposo del rosso, poco alcolico e ricco di acidità, in modo che possa contrastare il gusto dolciastro delle verdure. Poco consigliati sono i vini aromatici a meno che il minestrone sia insaporito con spezie ed erbe aromatiche. I vini ideali potrebbero essere Soave, Chardonnay, Favorita, Colli Romani, Muller Thurgau e molti altri.

Abbinamento vino e zuppa di cipolle

La zuppa di cipolle è un famoso nonchè squisito piatto della cucina francese. Le sue caratteristiche sono l’abbondanza di cipolle  e formaggio groviera grattuggiato. Il compito del vino in questo caso è bilanciare la dolcezza  delle cipolle e la grassezza del formaggio. L’ideale è abbinare un bianco ricco di acidità e molto profumato, come per esempio il Sauvignon o il Gewurztraminer.

Abbinamento vino e minestre di legumi con cereali

Se nella zuppa ci sono cereali e legumi, il discorso cambia. Sono tutti ricchi di fibra e amido e soprattutto di proteine vegetali. Rispetto a quelli degli ortaggi, il sapore dei legumi rimane più a lungo sul palato. Il vino in abbinamento deve essere più saporito. Perfetto è un vino rosso giovane, dal profumo non troppo accentuato, dal gusto secco non molto complesso. Largo quindi a Barbera, Dolcetto, Bonarda, Lacrima di Morro d’Alba e vini frizzanti. Se poi nella zuppa aggiungiamo cotenne di maiale o lardo, si possono abbinare vini rossi più corposi come Rosso di Montalcino o un Chianti giovane.

 

Foto Credits: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>