Sadi Malot Champagne brut rosé (video degustazione)

di Andrea Gori 0

Gli Champagne rosati sono fatti o per “salasso” ovvero svinando il mosto a base Pinot Nero prima che acquisti tannini e colore oppure mescolando una base spumante “bianca” con del vino rosso, precisamente un Coteaux Champenoise (ovviamente Pinot Nero in purezza).
Il colore di questo Sadi Malot Rosè, anche questo Champagne “artigianale” RM (ovvero solo da uve coltivate dall’imbottigliatore) è di un ramato particolarmente affascinante. Ha profumi di fragola di bosco appena accennata e altri floreali (rosa) che lo rendono molto elegante e perfetto per salumi e carne bianca anche salsata.
In bocca è delicato e meno aggressivo di un “blanc de blancs” e può risultare più adatto di altri Champagne a preparazioni con abbondante pomodoro, la cui naturale acidità spesso cozza con l’elevata acidità di alcune bollicine francesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>