Torta salata con asparagi e crescenza, ricetta semplice

di Anna Maria Cantarella 0



Oggi ho una ricetta perfetta per un pic nic all’aperto: torta salata con asparagi e crescenza. Una giornata di sole è sempre un’occasione da prendere al volo, specialmente se siete liberi dagli impegni e avete voglia di aria fresca. E allore preparate la vostra torta salata, tagliatela a fette e portatela con voi durante una bella passeggiata fuori porta. Io lo faccio spesso, anche perchè le torta salate sono facilissime da fare, veloci, gustosissime e molto versatili e adattabili ai gusti di tutti. Non vi piace la crescenza? Cambiate! Provate a creare la torta salata con asparagi e prosciutto cotto, oppure con asparagi e speck.

torta salata con asparagi e crescenza


Ingredienti

un rotolo di pasta brisée fresca | 15 asparagi verdi | 2 uova | 200 gr. panna fresca | 250 gr. crescenza | 6 cucchiaio parmigiano grattugiato | salvia | olio evo | sale e pepe

Preparazione

   Preparate gli asparagi. Lavateli in acqua fredda, tagliate le estremità più dure e i filamenti verdi del gambo. Cuoceteli quindi in acqua bollente leggermente salata, in una pentola dove posso stare in posizione eretta, in modo che i gambi siano ricoperti di acqua e le punte si cuociano leggermente con il vapore.

   Sbattete le uova in una ciotola con la panna, il parmigiano, il sale, il pepe. Aggiungete la crescenza e mescolate. Srotolate la pasta brisée e foderate uno stampo da 24 cm rivestito di carta forno.

   Distribuite al centro della pasta brisèe il mix di uova e crescenza e poi disponetevi sopra gli asparagi. Aggiungete qualche fogliolina di salvia e cuocete in forno già caldo a 180 gradi per 35 minuti circa.

Una torta salata diventa una preparazione semplicissima se vi procurate una base già pronta. Al supermercato è semplice trovare basi di pasta brisée o di pasta sfoglia. Scegliete la base a seconda del ripieno che avete in mente, ma anche del sapore. Ricordate che la pasta brisée è più adatta ai ripieni sostanziosi, pieni di ingredienti, perchè ha una consistenza che le garantisce una buona tenuta, anche quando viene tagliata a fette. La pasta sfoglia invece è molto più leggera e si sbriciola facilmente. Utilizzatela quindi per ripieni sottili, magari a base di verdure e formaggio. Le quiches – che io preferisco chiamare torte salate – hanno il grande pregio di essere piatti perfetti in tante occasioni. Io le vedo benissimo in un antipasto, magari tagliate a quadrettini, in un secondo piatto oppure come piatto unico, perchè contengono tanti ingredienti diversi che le rendono un pasto completo.

Provate altre originali ricette di torte salate: torta salata con ricotta e funghi, le mini quiche alle verdure, torta salata agli spinaci e yogurt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>